Cristina Ali Farah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cristina Ubah Ali Farah

Cristina Ubah Ali Farah (Verona, 29 maggio 1973) è una scrittrice e poetessa italiana di padre somalo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ubah Cristina Ali Farah è nata a Verona da padre somalo e madre italiana. A soli tre anni si è trasferita con la famiglia a Mogadiscio (Somalia), dove è rimasta fino allo scoppio della guerra civile nel 1991. Fuggita dal paese, dopo alcuni anni trascorsi a Pécs (Ungheria) è tornata in Italia e si è stabilita a Roma. Oggi vive a Bruxelles.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Il suo primo racconto, Interamente, è apparso nel 2003 su «El Ghibli», prima rivista italiana dedicata alla letteratura della migrazione e della diaspora. Ali Farah collabora con varie testate, tra cui «Internazionale», «la Repubblica[1]», «Giudizio Universale». Il suo romanzo d’esordio, Madre piccola [2](Frassinelli) – sviluppato da un racconto vincitore del concorso Lingua madre al Salone Internazionale di Torino – si è aggiudicato nel 2008 il premio Elio Vittorini. Nell'ottobre del 2014 è uscito il suo secondo romanzo Il comandante del fiume[3], edito da 66thand2nd.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lista articoli di Cristina Ali Farah su Repubblica.it [1]
  2. ^ Fonte primaria - Scheda del libro sul sito Frassinelli - Madre Piccola, Milano, Frassinelli, 2007.
  3. ^ Fonte primaria - Cristina Ali Farah- Il comandante del fiume, 66thand2nd.
  4. ^ bookavenue.it: premiopoli 2008 i finalisti, i vincitori [2]
  5. ^ Fonte primaria: scheda libro sul sito Le Lettere [3]. Fonte secondaria: recensione libro su El-Ghibli [4]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 53926751