Coursera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coursera
Coursera logo.PNG
URL www.coursera.org
Commerciale
Tipo di sito E-learning
Lingua arabo, cinese, francese, giapponese, inglese, italiano, russo, portoghese, spagnolo, tedesco, turco e ucraino.
Registrazione Richiesta
Proprietario Andrew Ng e Daphne Koller
Creato da Andrew Ng e Daphne Koller
Lancio aprile 2012
Stato attuale attiva

Coursera /kɔrsˈɛrə/ è un'azienda statunitense che opera nel campo delle tecnologie didattiche fondata da docenti di Scienza dell'informazione dell'Università di Stanford.

La piattaforma di Coursera permette di offrire corsi universitari gratuiti in formato MOOC e al 2014 coinvolge un centinaio di università ed enti operanti nel campo dell'istruzione superiore in tutto il mondo.[1][2]

Corsi[modifica | modifica sorgente]

I corsi offerti sono della tipologia MOOC (Massive Open Online Course) e contemplano un'ampia gamma di tematiche tra cui le discipline umanistiche, le scienze sociali, il business, la medicina, la biologia, la matematica, la fisica e l'informatica.

I corsi prevedono video di lezioni, materiale didattico, esercitazioni e forum di discussione. Secondo il modello MOOC, i corsi sono forniti in forma generalmente gratuita,[3][4][5] e prevedono una serie variabile di esercitazioni o lezioni obbligatorie per il conseguimento del certificato finale.

Al 2013, sono disponibili corsi in arabo, cinese, francese, giapponese, inglese, italiano, russo, portoghese, spagnolo, tedesco, turco e ucraino.

Storia e collaborazioni[modifica | modifica sorgente]

Fondata da Andrew Ng e Daphne Koller dell'Università di Stanford, Coursera ha iniziato la sua attività nel 2012 con una collaborazione dell'Università di Stanford, la Princeton University, l'Università del Michigan, e l'Università della Pennsylvania[6], a cui si aggiunsero altri 12 atenei nel mese di luglio dello stesso anno[7] seguiti da ulteriori 17 nel mese di settembre[8] Altre 29 università si sono aggiunte al progetto nel mese di febbraio 2013, quando sono iniziate le prime proposte di corsi in cinese, italiano, e spagnolo[9]. La compagine dei soggetti partecipanti è cresciuta ancora nei mesi successivi, fino a raggiungere le 97 istituzioni coinvolte nel mese di novembre 2013.[10], fra le quali lUniversità La Sapienza di Roma [3] e L'Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Coursera Passes 100 Partner Universities. URL consultato il 05 febbraio 2014.
  2. ^ Coursera - Global Partners: U.S. State Institutions
  3. ^ a b Sapienza unica Università italiana in Coursera. URL consultato il 26 novembre 2013.
  4. ^ La Stampa, Corsi universitari online e gratuiti. URL consultato il 30 giugno 2013.
  5. ^ Adiscuola
  6. ^ UK university joins US online partnership, BBC News, 17 luglio 2012. URL consultato il 17 luglio 2012.
  7. ^ (EN) Tamar Lewin, Universities Reshaping Education on the Web in The New York Times, 17 luglio 2012. URL consultato il 4 febbraio 2014.
  8. ^ Tamar levin, Coursera adds more Ivy League partner universities in The New York Times, 19 settembre 2012. URL consultato il 4-2-2014.
  9. ^ Coursera adds 29 new universities to bring total to 62, offers first courses in Chinese, Italian, and Spanish, The Next Web, 21 febbraio 2013.
  10. ^ Partner universities, Coursera. URL consultato il 26 novembre 2013.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]