Colonia di Plymouth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Colonia di Plymouth
Colonia di Plymouth - Stemma
Colonia di Plymouth - Localizzazione
Dati amministrativi
Lingue ufficiali Inglese
Lingue parlate
Capitale Plymouth
Politica
Forma di governo
Nascita 1620
Fine 1691
Territorio e popolazione
Evoluzione storica
Succeduto da Provincia della Massachusetts Bay

La Colonia di Plymouth o New Plymouth[1] è stata una delle prime colonie inglesi nel Nuovo Mondo. Fu fondata nel 1620, al termine del viaggio della Mayflower, proveniente da Plymouth, e abitata fino al 1691, quando fu annessa alla Provincia della Massachusetts Bay. Fu il primo insediamento stabile sulle coste della Nuova Inghilterra.

I coloni la denominarono New Plimoth o Plimouth, utilizzando l'Early Modern English dell'inizio del sedicesimo secolo.

La maggioranza dei passeggeri della Mayflower erano Padri Pellegrini, a differenza dei fondatori di Jamestown, in buona misura avventurieri, coloni e loro servi. La destinazione del viaggio avrebbe dovuto essere la colonia della Virginia, ma dopo un viaggio durissimo la terra fu avvistata il 9 novembre 1620 all'altezza di Capo Cod e lo sbarco avvenne, secondo la tradizione, presso la roccia di Plymouth.

Causa la destinazione imprevista, i passeggeri che non facevano parte del gruppo principale più tardi identificato nei Padri Pellegrini (al tempo tra di loro si chiamavano santi, denominando gli altri stranieri), composto da avventurieri e normali coloni, asserirono di non volersi sottoporre ad alcun comando. Allo scopo di garantire la sopravvivenza dell'insediamento e di tenere sotto controllo tali tendenze, i Padri Pellegrini sottoscrissero a bordo, l'11 novembre 1620, un patto che stabiliva delle regole per l'insediamento, secondo un principio maggioritario (senza tener conto di donne e minori) e di lealtà al sovrano inglese.

Il patto originale è andato perduto e le versioni riportate differiscono leggermente, ma una lista dei 41 passeggeri maschi che lo firmarono è riportata nel New England's Memorial (1669) di Nathaniel Morton, nipote di William Bradford.

Il primo inverno fu durissimo e causò la morte di una quarantina di coloni. La sopravvivenza fu possibile solo grazie all'aiuto delle popolazioni indigene e a un trattato con esse, mediato dall'indiano Squanto.

Malgrado l'esiguità della colonia e la sua breve storia, essa riveste un ruolo essenziale nella tradizione e nella storia degli Stati Uniti d'America, tanto che ad essa si ispira il Giorno del ringraziamento. Oggi vi sorge la cittadina di Plymouth, capoluogo dell'omonima contea.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Timeline of Plymouth Colony 1620-1692. URL consultato il 23-03-2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Stati Uniti d'America Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Stati Uniti d'America