Claudia Vinciguerra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Claudia Vinciguerra (Napoli, 2 gennaio 1923Roma, 12 settembre 2010) è stata una giornalista, critico cinematografico e critico televisivo italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di Mario Vinciguerra, intellettuale antifascista, Claudia Vinciguerra perde la madre a soli tre anni. Trascorre la sua infanzia a Napoli, dove stringe amicizia con le figlie di Benedetto Croce[1].

Critico cinematografico a Il Giorno, divenuta personaggio televisivo, oltre che per le sue surreali recensioni (condite sovente da gaffe, risate fragorose e dal suo forte accento romanesco), anche per l'imitazione che ne ha reso l'attore Teo Teocoli, è stata attiva in televisione dagli anni novanta come commentatrice.

Ha collaborato con la trasmissione televisiva domenicale Mattina in famiglia, trasmessa da Rai 2 e condotta da Tiberio Timperi e Miriam Leone, in cui prendeva in esame i programmi televisivi della settimana appena trascorsa. Nella stessa trasmissione ha affiancato anche Gianni Ippoliti nella lettura di giornali di cronaca rosa.

È deceduta la mattina di domenica 12 settembre 2010 all'Ospedale San Carlo di Nancy di Roma[2], dove era stata ricoverata il venerdì precedente a causa di un malore.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1] accesso=13-09-2010
  2. ^ Ansa.it, Morta Claudia Vinciguerra critica della tv, 13-09-2010. URL consultato il 13-09-2010.
  3. ^ Marco Giovannelli, È morta Claudia Vinciguerra, critico tv "vittima" delle imitazioni di Teo Teocoli in Il Messaggero, 12 settembre 2010. URL consultato il 13-09-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]