Chiesa di San Procolo (Firenze)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 43°46′14.86″N 11°15′31.43″E / 43.770794°N 11.258731°E43.770794; 11.258731

Chiesa di San Procolo
Facciata
Facciata
Stato Italia Italia
Regione Toscana
Località Firenze
Religione Cristiana cattolica di rito romano
Diocesi Arcidiocesi di Firenze
Stile architettonico romanico, barocco
Inizio costruzione XIII secolo
Completamento 1743

La chiesa di San Procolo, anticamente detta dei Santi Procolo e Nicomede, è un luogo di culto cattolico che si trova in via de' Giraldi a Firenze.

Storia e architettura[modifica | modifica wikitesto]

L'antica chiesa romanica risalente al XIII secolo era orientata fino al Cinquecento verso ponente.

La facciata attuale, nel luogo dell'abside, è in pietra grezza con rosone centrale tamponato e due ampie finestre laterali. Altre tre finestre si aprono sulla fiancata lungo via Pandolfini, nella quale sono riemerse antiche strutture romaniche.

L'edificio venne ristrutturato dal 1739 al 1743 quando divenne sede della confraternita di Sant'Antonio Abate dei Macellai, una delle quattro confraternite dette buche, caratterizzate dalla pratica della flagellazione, dalla disciplina e dall'uso di riunirsi in preghiera la notte. Le altre tre sono quella di San Jacopo in Oltrarno, di San Girolamo e di San Paolo.

Nel dopoguerra ospitò la Messa dei poveri, un'iniziativa promossa da Giorgio La Pira. Fu gravemente danneggiata dall'alluvione del 1966.

Opere artistiche[modifica | modifica wikitesto]

Sull'altar maggiore, San Procolo che guarisce un fanciullo di Gaetano Piattoli.

Opere già in San Procolo[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]