Borgo Albizi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 43°46′17.42″N 11°15′35.32″E / 43.771506°N 11.259811°E43.771506; 11.259811

Palazzo Ramirez de Montalvo

Borgo degli Albizi o Borgo Albizi è una lunga strada del centro storico di Firenze, che va in direzione est-ovest da via del Proconsolo a piazza Salvemini, passando per piazza San Pier Maggiore. Anticamente aveva vari nomi, tra i quali via San Pier Maggiore.

Il nome di borgo suggerisce che si trattava di una strada che usciva da un'antica porta, dove gli ultimi venuti costruivano le case appena fuori dalle mura lungo la via. Infatti su via del Proconolo terminavano le mura della prima cerchia, quella della Florentia romana, che rimasero in uso, sebbene con alcune variazioni e rinforzi, fino al 1173.

La via prende il nome dall'illustre famiglia fiorentina degli Albizi, che qui avevano numerose case (oggi restano la torre degli Albizi e il palazzo Albizi). Vi si affacciano numerosi palazzi di ricche famiglie fiorentine.

All'imbocco della strada da via del Proconsolo si incontra sulla sinistra il palazzo Nonfinito, già della famiglia Strozzi, davanti al palazzo Pazzi, legato alla congiura dei Pazzi.

Accanto a palazzo Nonfinito si trova il palazzo Pazzi dell'Accademia Colombaria, con lo stemma dei delfini dei Pazzi inserito nei timpani e nel ricco stemma.

Accanto si incontra il palazzo Ramirez da Montalvo, edificato da Bartolomeo Ammannati su incarico di Antonio Ramirez di Montalvo, primo cameriere della corte del Granduca Cosimo I. Per questo sul palazzo campeggia lo stemma dei Medici, in onore al Granduca, artefice della fortuna del proprietario. Accanto si trova il lato posteriore del palazzo della Banca d'Italia.

Sullo stesso lato si incontra di seguito il "palazzo dei Visacci", come viene popolarescamente chiamato il Palazzo Altoviti, già di Rinaldo degli Albizi, dei Guicciardini e degli Valori. In nome deriva dalla serie di statue di fiorentini illustri dall'espressione particolarmente accigliata. Sul lato apposto si trova il palazzo Valori, del XVI secolo.

Ai numeri 12 e 14 si trovano altre case già degli Albizi e la torre degli Albizi, poi il palazzo da Filicaja (XIV-XVI secolo), il palazzo Valori-Bartolini, palazzo Tanagli e il palazzo degli Alessandri, una famiglia originatasi proprio da un ramo degli Albizi. Poco più avanti palazzo Donati ingloba anche una delle antiche Torri di Corso Donati e si trova poco prima di arrivare in piazza San Pier Maggiore.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Claudio Paolini, Borgo degli Albizi, case e palazzi di una strada fiorentina, Edizioni Polistampa, Firenze 2008. ISBN 978-88-596-0411-2
  • Francesco Cesati, La grande guida delle strade di Firenze, Newton Compton Editori, Roma 2003.
  • Vedi anche la bibliografia su Firenze.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Firenze Portale Firenze: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Firenze