Charles Colson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Charles Wendell Colson

Charles Wendell Colson, chiamato talora Chuck Colson (Boston, 16 ottobre 1931Falls Church, 21 aprile 2012), è stato un politico e predicatore statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver servito come ufficiale nel Corpo dei Marine dal 1951 al 1953, Colson lavorò dapprima nel Dipartimento della Marina (1953-1956) e successivamente per il senatore repubblicano Leverett Saltonstall (1956-1961) e per una società di avvocati di Washington (1961-1969). Nel 1969 fu nominato dal presidente Nixon consigliere giuridico della Casa Bianca. Come uno dei principali collaboratori di Nixon, Colson fu implicato nelle attività illegali di spionaggio ai danni del Partito Democratico; coinvolto nello scandalo Watergate, fu condannato a tre anni di prigione[1]. Fu poi condannato ad altri sette mesi per spionaggio ai danni dell'economista Daniel Ellsberg: Colson aveva mandato infatti i suoi uomini nello studio di uno psichiatra affinché rubassero la cartella clinica di Ellsberg e poi utilizzassero le informazioni contro l'esponente liberal[2].

Liberato dopo aver scontato solo sette mesi di prigione[1], Colson rivelò di aver ritrovato in prigione la fede cristiana. Divenne divulgatore dell'evangelicismo con interventi sui mezzi di comunicazione di massa e con libri, ed espresse posizioni della destra conservatrice in politica. Fondò l'associazione Prison Fellowship per l'assistenza ai detenuti, agli ex detenuti e alle loro famiglie. Nel 1993 ricevette il Premio Templeton per la sua attività in ambito religioso.

È scomparso nel 2012 all'età di 80 anni a seguito di un'emorragia cerebrale[3]

Scritti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b About Chuck Colson. URL consultato il 22 aprile 2012.
  2. ^ A Gallery of the Guilty. Time. January 13, 1975.
  3. ^ W. Colson, Watergate Felon Who Became Evangelical Leader, Dies at 80 Nytimes.com

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 85414216 LCCN: n79078640

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie