Chalinolobus dwyeri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Chalinolobus dwyeri
Chalinolobus dwyeri.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Vespertilionidae
Sottofamiglia Vespertilioninae
Genere Chalinolobus
Specie C.dwyeri
Nomenclatura binomiale
Chalinolobus dwyeri
Ryan, 1966
Areale

Distribution of Chalinolobus dwyeri.png

Chalinolobus dwyeri (Ryan, 1966) è un pipistrello della famiglia dei Vespertilionidi endemico dell'Australia.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 47 e 53 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 38 e 42 mm, la lunghezza della coda tra 42 e 47 mm, la lunghezza delle orecchie di 17 mm e un peso fino a 9,7 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

La pelliccia è lunga. Le parti dorsali sono nerastre lucide, mentre le parti ventrali sono più brunastre con delle strisce bianche lungo i fianchi che si uniscono nella regione anale. Il muso è corto e largo, dovuto alla presenza di una massa ghiandolare presente su ogni lato e separata da un profondo solco dalle narici che si aprono lateralmente. Le orecchie sono corte, triangolari, con l'estremità arrotondata e con l'antitrago che si estende attraverso un lobo carnoso rotondo sul labbro inferiore all'angolo posteriore del muso e prosegue con un lobo allungato più piccolo lungo il labbro inferiore. Il trago è corto, allargato verso l'estremità arrotondata ed inclinato in avanti. Le ali sono attaccate posteriormente alla base delle dita dei piedi, i quali sono piccoli. La coda è lunga ed inclusa completamente nell'ampio uropatagio. Il calcar è provvisto di una carenatura rotonda ben sviluppata

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia in piccoli gruppi all'interno di grotte, fessure rocciose, miniere, solitamente nella zona di penombra vicino alle entrate. I maschi solitari entrano in uno stato di ibernazione durante l'inverno. Il volo è lento ed altamente manovrato.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di insetti catturati sotto la volta forestale a circa 6-10 metri di altezza.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Danno alla luce due piccoli alla volta da novembre a dicembre. Diventano indipendenti alla fine di febbraio.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa nel Nuovo Galles del Sud orientale e nel Queensland sud-orientale.

Vive nelle foreste secche ed umide di eucalipto, nelle foreste secche di sclerofille e lungo i margini delle foreste pluviali.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato che la popolazione matura è ridotta a meno di 10.000 individui e soggetta ad un declino a causa della perdita del proprio habitat, classifica C.dwyeri come specie prossima alla minaccia (NT).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Pennay, M. & Thomson, B. 2008, Chalinolobus dwyeri in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Chalinolobus dwyeri in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Menkhorst & Knight, 2001, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Peter Menkhorst & Frank Knight, A Field Guide to the Mammals of Australia, Oxford University Press, USA, 2001, ISBN 9780195508703.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi