Cerrone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cerrone
Cerrone nel 1977
Cerrone nel 1977
Nazionalità Francia Francia
Genere Disco
Musica house
Periodo di attività 1972 – in attività
Album pubblicati 26

Marc Cerrone (Vitry-sur-Seine, 24 maggio 1952) è un musicista e produttore discografico francese.

Gli inizi[modifica | modifica sorgente]

Figlio di un emigrato italiano in Francia durante il periodo del fascismo, all'età di dodici anni comincia a suonare la batteria regalatagli dalla madre e ad ascoltare le canzoni di Otis Redding, Jimi Hendrix, Carlos Santana, e Blood, Sweat & Tears. A diciassette anni convince Gilbert Trigano, pioniere per aver rivoluzionato l'organizzazione turistica con la nascita negli anni cinquanta del Club Méditerranée, a inserire nei propri villaggi una rock band. La sua band, i Kongas, si esibisce nei villaggi Club Med riscuotendo in breve tempo successo. Dalla esperienza presso il Club Méditerranée iniziano le serate al Papagayo di Saint-Tropez, rinomato Club della costa francese.

Il produttore Eddie Barclay lancia la sua prima Hit Boom. Con i Kongas in co-produzione con Alec R. Costandinos, Cerrone incide un album, Anikana-O, ma la collaborazione con i Kongas terminerà a breve a causa del tipo di musica troppo commerciale.

Nel 1976 decide quindi di esordire come solista con Love In C Minor, prodotto in collaborazione con Alec R. Costandinos. La sua opera prima, un mix di nuove sonorità, citazioni erotiche e piccanti copertine, per la particolarità e modernità colpisce molto il pubblico.

A Londra la Island Records stampa cinquemila copie del disco e negli Stati Uniti la versione originale viene riprodotta dalla Atlantic Records con tre milioni di copie vendute. Un anno dopo esce il nuovo LP, Cerrone's Paradise, realizzato sulla falsariga musicale del disco precedente e firmato insieme a Don Ray; è di nuovo grande successo.

Nel 1977 la disco music ormai è presente in tutte le discoteche. Cerrone decide di uscire con un nuovo stile e produce nello stesso anno il disco synthetic-euro che sarà il suo più grande successo, Supernature, che vende otto milioni di dischi in tutto il mondo e vince cinque Grammy Awards. Tutti i brani sono composti dallo stesso Cerrone con Alain Wisniak, ad eccezione dello strumentale Sweet Drums, pezzo di sole percussioni firmato dal solo Cerrone. Da questo album furono tratti i singoli Supernature e Give Me Love.

Anche il successivo album The Golden Touch ebbe un notevole successo soprattutto grazie ai singoli Je Suis Music, Look For Love e Rocket In The Pocket. È con queste tre canzoni che Cerrone raggiunge la maturità musicale mostrando la sua bravura nel fondere diversi generi musicali come in Music of life, felice incontro tra genere latino americano ed elettronica.

Negli anni ottanta fonda la sua etichetta discografica, la Malligator, per produrre oltre ai suoi dischi anche quelli di altri artisti.

Un cambio di genere si ha con "Rock Me" prodotto dopo il trasferimento di Cerrone negli Stati Uniti. "Rock me" si afferma nei club, senza tuttavia raggiungere le vendite degli album precedenti. Negli Stati Uniti Cerrone collabora con i Toto a "Call Me Tonight" e con Cher per "Take Me Home".

La maturità[modifica | modifica sorgente]

Il suo sesto album "Cerrone VI" vede la luce nel 1980 dopo il ritorno a Parigi. A differenza degli album precedenti maggiore spazio viene dato a sonorità elettroniche ed all'esplorazione di sonorità nuove.

"You Are The One" è il titolo del suo settimo album, noto per il singolo "Hooked On You" cantato da Jocelyn Brown Seguono "Cerrone VIII:Back Track", "Your Love Survived" (con le hit "Give Me Love", "Look For Love" and "Call Me Tonight"), "Where Are You Now ?".

La label di Cerrone, Crocos, diventa la casa di vari progetti, il più importante dei quali fu "Africanism" di Kongas e Don Ray, una fusione di percussioni tribali e sonorità funky. Don Ray riesce a imporsi col suo album dance-pop "Garden Of Love". Prodotto con Cerrone, l'album è considerato un classico, e con le hit "Got To Have Lovin'", "Body & Soul" e "Standing In The Rain" raggiunge la cima della classifica delle vendite negli USA. Un altro importante progetto è "Revelacion" da cui "House Of The Rising Sun".

Cerrone ha vinto 5 Grammy Awards, alcuni Golden Globe ed altri innumerevoli premi.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Kongas[modifica | modifica sorgente]

  • Kongas
  • Africanism

Album studio[modifica | modifica sorgente]

Collaborazioni/co-produzioni[modifica | modifica sorgente]

  • Don Ray - Garden of love (1978)

Remix album[modifica | modifica sorgente]

Live album[modifica | modifica sorgente]

  • 1979 Cerrone en concert - Paris
  • 1983 Cerrone en concert - Paris
  • 1988 The collector Opera
  • 2005 Dance Party - Live Versailles
  • 2007 Celebrate - Live Olympia

Colonne sonore per film[modifica | modifica sorgente]

  • 1978 Vice Squad
  • 1979 La secte de Marakech
  • 1980 Voudou aux Caraïbes
  • 1990 Dancing Machine
  • 2006 Dancing Machine Orange Mecanique (The Score)

Singoli[modifica | modifica sorgente]

  • "Love In C Minor" (1976)
  • "Supernature" (1977)
  • "Give Me Love" (1978)
  • "Sweet Drums"
  • "Je Suis Music" (1978)
  • "Look For Love" (1978)
  • "Rocket In The Pocket" (1979)
  • "Rock Me" (1979)
  • "You Are The One" (1981)
  • "Tripping On The Moon" (1981)
  • "Hysteria" (2002)
  • "Misunderstanding" (2007)
  • "Love & Dance Ritual" (2007)
  • "Laisser Toucher" (2008)
  • "It Had To Be You" (2008)
  • "Tattoo Woman" (2009)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 9967210 LCCN: no98018906

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie