Club Méditerranée

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Club Méditerranée
Stato Francia Francia
Tipo Public company
Borse valori Euronext: CU
Fondazione 27 aprile 1950 a Parigi, Francia
Fondata da Gérard Blitz
Sede principale Parigi
Persone chiave Henri Giscard d'Estaing
Settore Turismo
Prodotti Pacchetti vacanza, circuiti turistici
Dipendenti 15.000 (animatori) (2011)
Slogan Tutte le felicità del mondo
Sito web www.clubmed.it

Club Méditerranée, meglio nota come Club Med, è un'azienda francese che fornisce servizi per il turismo, operante in varie parti del mondo, in particolare in luoghi esotici. È stata una delle prime aziende ad offrire ai propri clienti la formula del "tutto compreso" ed è quotata nell'indice CAC Mid 100 della Borsa di Parigi.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Fondazione[modifica | modifica sorgente]

Inizio anni '60: vacanzieri che salgono su carrozze delle ferrovie italiane riservate per il club per recarsi a Cefalu

Club Med fu creato il 27 aprile 1950 da un ex pallanuotista belga, Gérard Blitz, che ebbe tale idea dopo un soggiorno nel 1949 al club olimpico di Calvi, in Corsica.

Il primo villaggio vacanze riservato ai soci fu aperto nell'isola di Maiorca, in Spagna; all'inizio i villaggi erano semplici, con alloggi costituiti da capanne di paglia e con servizi igienici in comune (oggi rimpiazzati da alloggi moderni e con servizi personali). Blitz acquistò un centinaio di tele di tenda da Gilbert Trigano, che in seguito diventò suo socio.

La tassa di iscrizione al club era di 300 franchi francesi, mentre il costo per una vacanza di due settimane arrivava a 15.900 franchi.

Espansione[modifica | modifica sorgente]

Club Med 2 è la principale nave da crociera del Club Med. Varata nel 1992 a Le Havre, può trasportare fino a 400 passeggeri, più un personale a bordo di 200 dipendenti. Le rotte di navigazione (controllate tramite computer) attraversano il Mar Mediterraneo, il Mar dei Caraibi e l'Oceano Atlantico.

Il numero di villaggi aumentò enormemente sotto la guida di Gilbert Trigano, durata dal 1963 al 1993. Nel 1955 fu inaugurato il primo club al di fuori del Mediterraneo, a Tahiti. Nel 1956, con l'apertura del villaggio di Leysin, in Svizzera, vennero introdotti i villaggi invernali, con l'offerta di sci ed altri sport invernali. Nel 1957 Gilbert Trigano inaugurò il villaggio di Cefalù (Palermo). In seguito, il club si ampliò nei Caraibi ed in Canada, con la creazione di villaggi in cui la lingua principale adottata fu l'inglese anziché il francese.

Originariamente frequentato da single e giovani coppie, Club Med diventò in seguito una meta vacanziera per famiglie, con il primo Mini Club inaugurato nel 1967 a Donoratico (LI)

Nel 1974 le finanze di Club Med crollarono a causa di diversi fattori negativi, per cui Trigano dovette ricorrere ad un pesante aumento di capitale. A quel punto entrarono in gioco nuovi azionisti, tra cui Gianni Agnelli, che portò denaro nelle casse del club ed agevolò l'apertura di villaggi in Italia. Tramite l'holding IFIL, egli conservò il 23,9 % del capitale fino al 2004.

Diversificazione[modifica | modifica sorgente]

Negli anni novanta, Club Med attraversò una fase di declino a causa della forte concorrenza. Nel 1995 cessò di esistere come club in senso legale, diventando un'azienda vera e propria. Due anni prima, Serge Trigano prese il posto del padre[1], ma nel 1997 fu sostituito da Philippe Bourguignon, ex presidente di Euro Disney S.C.A.[2].

Bourguignon volle trasformare Club Med da un'azienda di villaggi vacanze ad un'azienda di servizi. Furono lanciati quindi una catena di palestre, complessi di bar-ristoranti denominati Club Med World a Parigi e a Montreal ed una tipologia di resort pensato per giovani adulti, Oyyo, con il primo di essi aperto a Monastir, in Tunisia. Fu inoltre creata l'agenzia di viaggi Jet Tours.

Rilancio[modifica | modifica sorgente]

Il cambio di strategia non ebbe successo, subendo anche ulteriori perdite a seguito degli attentati dell'11 settembre 2001 negli Stati Uniti. Nel 2002 fu nominato amministratore delegato Henri Giscard d'Estaing, figlio di Valéry Giscard d'Estaing. Venne varata una nuova strategia, riportando l'attenzione verso i villaggi vacanze. I resort Oyyo, il Club Med World di Montreal e molti villaggi, in particolare quelli presenti in America Settentrionale o con servizi elementari, furono chiusi.

Nel 2004, in seguito della scomparsa di Gianni Agnelli, la famiglia dell'Avvocato cedette le proprie quote (in totale il 21,2%) alla catena alberghiera Accor[3], che divenne così azionista di maggioranza con il 28,9% di quote possedute[4]; nel 2006, però, il gruppo ha venduto il 22,9% di tali quote[5].

Attualità[modifica | modifica sorgente]

Nel giugno del 2005 l'azienda ha dichiarato un ritorno dei profitti a metà esercizio.

Tra il 2006 ed il 2007, Club Med ed i suoi partner hanno investito 530 milioni di dollari per il rinnovamento dei servizi offerti, chiudendo alcuni villaggi ed ammodernandone altri[6].

Tra il 2008 ed il 2009 le attività diverse dai villaggi vennero via via cedute ad altre aziende:

  • Club Med World venne ceduto nel 2009 a Paris B. Events;
  • Club Med Gym venne ceduta nel 2008 al Gruppo Benetton;
  • L'agenzia di viaggi Jet Tours venne ceduta nel 2008 al Gruppo Thomas Cook AG.

Mestieri e ruoli all'interno del Club[modifica | modifica sorgente]

All'interno dei villaggi Club Med sono definite diverse categorie e ruoli per le diverse figure professionali.

Gli addetti si suddividono in due ruoli:

  • G.O. (Gentili Organizzatori): capo villaggio, animatori, capo cuoco, responsabile amministrativo e risorse umane, addetti alle attrezzature sportive, receptionist, responsabile di sala per i camerieri.
  • G.E. (Gentili Dipendenti - staff): camerieri, giardinieri, addetti alle pulizie, personale di cucina. Tale categoria comprende personale reclutato nella località del villaggio con contratto stagionale od a tempo indeterminato.

I clienti vengono definiti G.M., ossia Gentili Membri, in riferimento al Club.

Villaggi[modifica | modifica sorgente]

Il gruppo possiede 79 villaggi ed una nave da crociera:

Elenco dei villaggi ordinato per posizione geografica
Nome del villaggio Zona[7] Stato Numero di tridenti
El Gouna - Mar Rosso Africa - Medio Oriente Egitto 3
Luxor Africa - Medio Oriente Egitto 3
Sinai Bay Africa - Medio Oriente Egitto 4 e 5
Agadir Africa - Medio Oriente Marocco 3
Marrakech la Medina Africa - Medio Oriente Marocco 3
Marrakech la Palmeraie Africa - Medio Oriente Marocco 4
Marrakech le Riad Africa - Medio Oriente Marocco 5
Yasmina Africa - Medio Oriente Marocco 4
Cap Skirring Africa - Medio Oriente Senegal 4
Djerba la Fidèle Africa - Medio Oriente Tunisia 3
Djerba Méridiana Africa - Medio Oriente Tunisia 3
Djerba la Douce Africa - Medio Oriente Tunisia 3
Hammamet Africa - Medio Oriente Tunisia 3
Aime la Plagne Alpi Francia 3
Arcs Extrême Alpi Francia 3
Avoriaz Alpi Francia 3
Chamonix Monte Bianco Alpi Francia 4
Alpe d’Huez la Sarenne Alpi Francia 3
La Plagne 2100 Alpi Francia 4
Les Deux Alpes Alpi Francia 3
Méribel l’Antarès Alpi Francia 4
Méribel Aspen Park Alpi Francia 4
Méribel le Chalet Alpi Francia 4
Peisey-Vallandry Alpi Francia 4
Serre Chevalier Alpi Francia 3
Tignes Val Claret Alpi Francia 4
Val Thorens Alpi Francia 3
Val d’Isère Alpi Francia 4 e 5
Valmorel Alpi Francia 4 e 5
Cervinia Alpi Italia 4
Pragelato Via Lattea Alpi Italia 4
Saint Moritz Roi Soleil Alpi Svizzera 4
Villars sur Ollon Alpi Svizzera 4
Wengen Alpi Svizzera 3
Sandpiper Bay America del Nord - America Centrale Stati Uniti 4
Cancún Yucatán America del Nord - America Centrale Messico 4 e 5
Ixtapa Oceano Pacifico America del Nord - America Centrale Messico 4
Itaparica America del Sud Brasile 3
Rio Das Pedras America del Sud Brasile 4
Trancoso America del Sud Brasile 4
La Caravelle Antille - Caraibi Antille - Guadalupa 4
Les Boucaniers Antille - Caraibi Antille - Martinica 4
Colombus Isle Antille - Caraibi Bahamas 4
Punta Cana Antille - Caraibi Repubblica Dominicana 4 e 5
Turquoise Antille - Caraibi Turks e Caicos 3
Guilin Asia Cina 4
Yabuli Asia Cina 4
Bali Asia Indonesia 4
Bintan Island Asia Indonesia 4
Kabira Beach Asia Giappone 4
Sahoro Asia Giappone 4
Cherating Beach Asia Malesia 4
Phuket Asia Thailandia 4
Cargèse Europa Francia - Corsica 3
La Palmyre Atlantique Europa Francia 3
Opio en Provence Europa Francia 4
Pompadour Europa Francia 2
Sant’Ambroggio Europa Francia - Corsica 3
Vittel Ermittage Europa Francia 4
Vittel le Parc Europa Francia 3
Gregolimano Europa Grecia 4
Kamarina Europa Italia - Sicilia 3
Napitia Europa Italia 3
Da Balaia Europa Portogallo 4
Beldi Europa Turchia 3
Belek Europa Turchia 4
Bodrum Palmiye Europa Turchia 4
Kemer Europa Turchia 3
Palmiye Europa Turchia 4
La Plantation d’Albion Oceano Indiano Mauritius 5
La Pointe aux Canonniers Oceano Indiano Mauritius 4
Kani Oceano Indiano Maldive 4 e 5
Club Med 2 (veliero) Mediterraneo o Antille - Caraibi 5

Villaggi chiusi per ristrutturazione in Italia[modifica | modifica sorgente]

Due villaggi presenti in Italia sono attualmente (2014) in attesa di essere ristrutturati per essere rimessi in attività:

  • Caprera (OT): chiuso nel 2006 per ristrutturazione. Non sono note previsioni delle date di riapertura.
  • Cefalù (PA): villaggio in ristrutturazione per migliorie alla struttura e passaggio da 3 a 5 tridenti.

Ex villaggi Club Med in Italia[modifica | modifica sorgente]

Nel corso degli anni alcuni villaggi costruiti in Italia sono stati dismessi e ceduti ad altri operatori o abbandonati. Si tratta dei seguenti villaggi:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Club Med" senza guru - Corriere della Sera, 3 settembre 1993
  2. ^ Club Méditerranée nei guai, Bourguignon prova il rilancio - La Repubblica, 3 marzo 1997
  3. ^ Gli Agnelli vendono ad Accor la partecipazione nel Club Med - La Repubblica, 12 giugno 2004
  4. ^ internationallawoffice.com, 11 giugno 2004
  5. ^ Ufficio stampa di Accor, 6 giugno 2006
  6. ^ thefreelibrary.com, 7 maggio 2007
  7. ^ Classificazione del sito ufficiale Club Med
  8. ^ Progetto di resort del gruppo Bulgari
  9. ^ Sito del Garden Club Lucania Orovacanze

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende