Ceraunofobia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La ceraunofobia, dal greco antico keraunós (fulmine) e phobos (paura), è una fobia specifica di tuoni e fulmini, comune nell'essere umano, specialmente tra i bambini e presente anche nei cani e nei gatti.

Altri termini utilizzati per indicare questa fobia sono la brontofobia, dal greco brontee (tuono) e phobos (paura) e la tonitrofobia, dal latino tonitrus (tuono) e dal greco phobos (paura), specifici dei tuoni e la astrafobia, dal latino astrum (astro) e dal greco phobos (paura), relativo più genericamente a tuoni e fulmini.

I sintomi, come per le altre fobie, includono attacchi di panico, difficoltà respiratorie, tachicardia, sudorazione e nausea.

Molti di coloro che soffrono di ceraunofobia cercano di sfuggire alla causa della paura: durante un temporale i bambini si nascondono solitamente in luoghi senza finestre, come il sottoscala, l'armadio o sotto il letto. Analogamente, adulti e adolescenti adottano lo stesso meccanismo e cercano riparo in ogni luogo in cui non si vede né si sente il temporale.

Il trattamento, al pari delle altre fobie, consiste nell'esporre gradualmente il paziente alla fobia stessa, facendolo respirare lentamente.

psicologia Portale Psicologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di psicologia