Celtis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Celtis
Bagolaro.JPG
Bagolaro (Celtis australis)
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Urticales
Famiglia Ulmaceae
Genere Celtis
Classificazione APG
Ordine Rosales
Famiglia Cannabaceae
Nomenclatura binomiale
Celtis
L., 1753

Il genere Celtis comprende alcune decine di specie (da 60 a 100 secondo gli autori) di alberi o arbusti diffusi nelle regioni temperate e tropicali di Europa, Asia e Nordamerica.

In Italia il genere Celtis è rappresentato da Celtis australis, il bagolaro.

In Sicilia sono inoltre presenti due entità, talora considerate al rango di specie (Celtis aetnensis e Celtis asperrima), che vengono considerate generalmente (p.es. IPNI [1] e [2]) sottospecie di Celtis tournefortii, specie diffusa nell'area del Mediterraneo orientale.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome del genere Celtis deriva dal latino celtis. Secondo Plinio il Vecchio sarebbe questo il nome della pianta chiamata in Africa loto, citata anche da Erodoto, Dioscoride e Teofrasto. Anche Omero nel libro IX dell'Odissea cita l'incontro di Ulisse con i lotofagi, i mangiatori di loto. Secondo altri autori invece questa pianta sarebbe da identificarsi con il giuggiolo (Ziziphus jujuba).

Sistematica[modifica | modifica wikitesto]

Tradizionalmente il genere Celtis è stato incluso nella famiglia delle Ulmacee e tale posizione viene considerata tuttora valida da alcuni autori (p.es. Kew [1]). Altri, invece, sulla base degli studi filogenetici, ritengono più appropriato attribuirlo alla famiglia delle Cannabacee (p.es. APG III [2] e Species2000 [3]).

Il genere comprende le seguenti specie[4]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://data.kew.org/cgi-bin/vpfg1992/genlist.pl?ULMACEAE
  2. ^ Angiosperm Phylogeny Group, An update of the Angiosperm Phylogeny Group classification for the orders and families of flowering plants: APG III in Botanical Journal of the Linnean Society, vol. 161, nº 2, 2009, pp. 105–121, DOI:10.1111/j.1095-8339.2009.00996.x. URL consultato il 18 aprile 2011.
  3. ^ http://www.catalogueoflife.org/col/browse/tree/id/20279522
  4. ^ Celtis in The Plant List. URL consultato il 18 dicembre 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica