Catalizzatori di Ziegler-Natta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Meccanismo di polimerizzazione con un catalizzatore di Ziegler-Natta

I catalizzatori di Ziegler-Natta sono un'ampia classe di catalizzatori capaci di orientare selettivamente la stereochimica delle reazioni di polimerizzazione degli 1-alcheni (α-olefine), consentendo di ottenere polimeri isotattici o sindiotattici, secondo la reazione:

n CH2=CHR → -[CH2-CHR]n-

La loro scoperta fruttò a Giulio Natta e Karl Ziegler il Premio Nobel per la chimica nel 1963.

Preparazione[modifica | modifica wikitesto]

I catalizzatori di Ziegler-Natta sono sistemi ottenuti dalla reazione di due componenti:

Dalla scelta dei due reattivi e dalle loro proporzioni dipende la reattività e la specificità del catalizzatore ottenuto; ad esempio il sistema formato da alogenuri di titanio e alluminio-alchili catalizza la formazione di polipropilene isotattico.

Tra i derivati dell'alluminio utilizzati per la preparazione dei catalizzatori di Ziegler-Natta si annoverano il metilalluminossano (MAO, di formula [CH3AlO]n)) e il trietilalluminio, (C2H5)3Al.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]