Black Jack

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Black Jack (disambigua).
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Black Jack
manga
Titolo orig. ブラック・ジャック
(Burakku Jakku)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Osamu Tezuka
Editore Akita Shoten
1ª edizione 19 novembre 1973 – 14 ottobre 1983
Collanaed. Shonen Champion
Tankōbon 17 (completa)
Editore it. Hazard Edizioni
1ª edizione it. marzo 2002 – gennaio 2005
Volumi it. 25 (completa)
Formato it. 13 × 18 cm
Target shōnen
Generi medicina, dramma
Black Jack - the Dark Surgeon
manga
Titolo orig. ブラック・ジャック ~黒い医師~
(Burakku Jakku Kuroi Ishi)
Autore Osamu Tezuka
Editore Akita Shoten Giappone
1ª edizione 2006 – 9 febbraio 2006
Collanaed. Shonen Champion
Black Jack - Dieci indagini nel buio
OAV
Black Jack nell'OAV 4
Black Jack nell'OAV 4
Titolo orig. ブラック・ジャック
(Burakku Jakku)
Autore Osamu Tezuka
Regia Osamu Dezaki
Sceneggiatura Masami Saito
Studio Tezuka Production
Episodi 10 (completa)
Aspect ratio 4:3 (OAV da 1 a 7)
16:9 (OAV da 8 a 10)
Reti it. Hiro (Ogni OAV viene diviso in due parti), Man-ga (Dal 3 luglio 2010)
Censura it. Integrale
Black Jack TV
serie TV anime
Titolo orig. ブラック・ジャック TV
(Burakku Jakku TV)
Regia Makoto Tezuka
Studio Tezuka Production
Reti Animax Giappone, Yomiuri Telecasting Corporation Giappone
1ª TV 11 ottobre 2004 – 6 marzo 2006
Episodi 61 (completa)
Durata ep. 30 min
Black Jack 21
serie TV anime
Titolo orig. ブラック・ジャック 21
(Burakku Jakku 21)
Regia
Studio Tezuka Production
Reti Animax Giappone, Yomiuri Telecasting Corporation Giappone
1ª TV 10 aprile 2006 – 4 settembre 2006
Episodi 17 (completa)
Durata ep. 30 min

Black Jack (ブラック・ジャック Burakku Jakku?) è un manga scritto e disegnato da Osamu Tezuka, pubblicato per la prima volta nel 1973 per la casa editrice Akita Shōten.

In Italia è uscita una raccolta di episodi nel 1995, stampata dalla allora Dynamic Italia. La serie è stata poi interamente pubblicata in 25 volumi dalla Hazard Edizioni a partire dal 2002. Dal manga, nel 1993 furono tratti 10 OAV diretti da Osamu Dezaki, che nel 1996 diresse anche il film La sindrome di Moira, quindi nel 2004 è stato tratto un anime televisivo di 61 episodi, prodotto dalla Tezuka Production e diretto da Makoto Tezuka, figlio dell'autore scomparso.

Sulle pagine di Weekly Shonen Champion è stata annunciata una nuova serie manga a cura di Hitoshi Iwaaki e Masaaki Nakayama. Il debutto della nuova serie avverrà sulle pagine della stessa rivista l'8 settembre 2011.

Nel 2011 è stata prodotta una versione live action come film TV con Masaki Okada che interpreta la parte del personaggio protagonista.

Trama[modifica | modifica sorgente]

« Risponde Black Jack. Al momento non siamo in casa. Siete pregati di specificare il tipo di patologia, l'intervento desiderato, il vostro nome, l'indirizzo e l'onorario che offrite. Ulteriori accordi verranno presi in seguito. »
(Segreteria telefonica di Black Jack, che identifica il personaggio.)

Il fumetto racconta le avventure di un medico senza licenza, soprannominato "Black Jack". Il nome Black Jack non ha niente a che vedere con l'omonimo gioco di carte, ma richiama la bandiera pirata con il teschio, chiamata appunto Black Jack[1]. Infatti il protagonista è simile ad un pirata: taglia con il bisturi e arraffa i soldi (che in realtà raccoglie per scopi benefici). Quello che rende Black Jack un chirurgo ricercato è la sua abilità straordinaria che gli permette di curare malattie considerate incurabili da tutti gli altri medici.

Black Jack è aiutato da una fida assistente, Pinoko. Nell'orbita di Kuro'o Hazama (vero nome di Black Jack) ruotano molti personaggi, come lo stesso Tezuka (diventato anche lui medico, con licenza).

Nella versione anime esiste un filone narrativo più preciso, con la comparsa di personaggi come Sharoku (amico di Pinoko), del proprietario del locale in cui Black Jack va a bere, e di Largo, il cane di Pinoko.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Black Jack (ブラック ジャック Burakku Jakku?): il protagonista della serie. Il suo vero nome è Kuro'o Hazama (間 黒男?). È un chirurgo geniale ma privo di licenza. Il suo aspetto è volutamente inquietante: vestito perennemente di nero (tranne quando indossa il camice bianco per operare), ha il volto sfigurato dalle cicatrici lasciate da un terribile incidente avvenuto nell'infanzia, un'esplosione in cui perì anche la madre. Queste cicatrici attraversano anche tutto il suo corpo. Black Jack viene spesso definito come un medico avido, ma spesso gli episodi lo mostrano in una luce decisamente positiva, al di là delle apparenze e del suo carattere aspro.
  • Pinoko (ピノコ Pinoko?): assistente di Black Jack. Ha l'aspetto e il comportamento di una bambina di cinque anni. Il suo corpo è costituito da un esoscheletro, costruito anni prima da Black Jack per evitarle la morte. Questo esoscheletro racchiude i suoi organi interni, e le permette di sopravvivere, ma al contempo le impedisce di crescere. La sua "nascita" è narrata in uno dei primi capitoli della serie (volume 2 dell'edizione italiana).
  • Jotaro Honma (本間 丈太郎 Honma Jōtarō?): il medico che anni prima salvò Black Jack, curandolo dopo l'incidente. È una delle persone cui Black Jack tiene di più. Compare in alcuni episodi (anche in ricordi). È rappresentato come un uomo basso, tozzo e con un naso deforme.
  • Dottor Kiriko (ドクター キリコ Dokutā Kiriko?): l'angelo nero dell'eutanasia. Veste di nero, ha lunghi capelli bianchi e una benda nera sull'occhio destro. Appare in alcuni episodi. Spesso la sua posizione è radicalmente opposta a quella di Black Jack, che (anche per la sua storia personale) afferma la sopravvivenza a tutti i costi.

Giochi di parole relativi ai personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • "Kuro" (?) significa "nero" in giapponese. Lo stesso Black Jack lascia intendere a Pinoko di aver coniato il proprio pseudonimo traducendo "Kuro'o" (inteso come contrazione di "Kuro otoko", ossia "Uomo nero") nella lingua inglese ed usando un nome comune americano, Jack.[2]
  • Il nome "Pinoko" richiama Pinocchio come riferimento al suo corpo artificiale.[3] In inglese il nome somiglia anche a pinochle, un gioco di carte noto in italiano come pinnacolo.[senza fonte]
  • Molti personaggi secondari hanno nomi che richiamano uomini politici dell'epoca.

Manga[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Capitoli di Black Jack.

Anime[modifica | modifica sorgente]

ONA, OAV e serie televisive[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Episodi di Black Jack.

Nel 2001 sono stati creati 12 episodi ONA basati sul manga,[4] a cui seguirono 10 episodi OAV e due serie televisive (Black Jack TV e Black Jack 21).

I film[modifica | modifica sorgente]

Sfruttando il successo del manga e dell'anime, sono stati creati tre film basati sulla serie. Di questi solo 1, Black Jack - La sindrome di Moira, è uscito in Italia. I titoli di questi film sono:

  1. "Black Jack - La sindrome di Moira" (ブラック・ジャック劇場版 Burakku Jakku gekijōban?, trad. Black Jack - The Movie)
  2. "Black Jack/Heian sento" (ブラック・ジャック/平安遷都 Burakku Jakku/Heian sento?, trad. Black Jack/Capitale Heian)
  3. "Black Jack futari no kuroi isha" (ブラック・ジャック ふたりの黒い医者 Burakku Jakku futari no kuroi isha?, trad. Black Jack - I due medici oscuri)

Altro[modifica | modifica sorgente]

Sono stati anche creati, basandosi sulla serie:

Cortometraggio di 7 minuti, proiettato prima del terzo film.
Speciale del 2003 formato da 4 episodi.

Opere correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scheda della Hazard Edizioni di Black Jack, in cui è riportato un discorso di Tezuka a proposito del nome "Black Jack"
  2. ^ "Manga di Black Jack", capitolo 68
  3. ^ Lo dice Black Jack nel capitolo 89: Le due Pinoko
  4. ^ (EN) Scheda sull'anime Black Jack OAV, Anime News Network.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga