Bernadette Chirac

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bernadette Chirac
Bernadette Chirac 1 (2009).jpg

Première dame di Francia
Durata mandato 17 Maggio 1995 –
16 Maggio 2007
Predecessore Danielle Mitterrand
Successore Cécilia Attias

Presidente della Fondazione Claude-Pompidou
Predecessore Claude Pompidou

Dati generali
Alma mater Università Paris 1 Panthéon-Sorbonne

Bernadette Chirac, nata Bernadette Chodron de Courcel (Parigi, 18 maggio 1933), è la moglie dell'ex presidente della Francia Jacques Chirac e presidente della fondazione France Libertés Fondation Danielle Mitterrand. Ha conosciuto il marito, mentre erano entrambi studenti presso l'Institut d'études politiques de Paris e si sono sposati il 16 marzo 1956. La coppia ha avuto due figli, Laurence e Claude Chirac, ed una figlia adottiva, la vietnamita Anh Đào Traxel.

Rispetto ad altre first lady, Bernadette Chirac è sempre stata molto attiva anche a livello politico, al punto che spesso la coppia Jacques e Bernadette Chiarc è stata paragonata ad un duo[1], le cui carriere avanzano parallelamente. Infatti, come consigliere generale della Corrèze dal 1979 in poi, e vice sindaco di Sarran, Bernadette Chirac è ad oggi l'unica moglie di un presidente francese ad aver ricoperto cariche istituzionali, se non si tiene conto della breve carriera politica di Anne-Aymone Giscard d'Estaing, moglie di Valéry Giscard d'Estaing, che fu assessore di Chanonat (Puy-de-Dôme).

Nel 1990 ha fondato l'Association Le Pont Neuf, istituita per promuovere gli scambi culturali fra i giovani francesi ed i giovani provenienti dall'Asia. Dal 1994 è inoltre presidente della fondazione Hôpitaux de Paris-Hôpitaux de France, che ha lo scopo di migliorare la vita dei bambini e degli anziani all'interno degli istituti ospedalieri. Il 3 settembre 2007, è diventata presidente della Fondazione Claude Pompidou, in seguito alla morte del suo fondatore, Claude Pompidou.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bernadette Chirac - Les premières dames de France de la Ve République

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 76471499 LCCN: n87150659