Benedizione apostolica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Benedizione apostolica (o Benedizione papale) è una speciale benedizione, propria della liturgia della Chiesa cattolica.

Chi può impartirla[modifica | modifica sorgente]

Essa è impartita in via ordinaria dal Papa, e in via straordinaria da altri prelati:

« Il vescovo nella sua diocesi ha la facoltà di impartire la benedizione apostolica con annessa indulgenza plenaria tre volte l'anno nelle festività solenni di sua scelta, anche nel caso che egli assista soltanto alla messa.

Gli altri prelati equiparati dal diritto ai vescovi diocesani, anche se privi della dignità episcopale, possono, fin dall'inizio del loro servizio pastorale, impartire la benedizione apostolica con l'annessa indulgenza nell'ambito dei loro territorio tre volte l'anno, nelle festività solenni di loro scelta.
La benedizione apostolica viene impartita alla fine della messa al posto della benedizione consueta. Ad essa si fa riferimento nell'atto penitenziale all'inizio della celebrazione eucaristica. »

(Benedizionale, 1955)

La formulazione[modifica | modifica sorgente]

Ecco la sua formulazione (le parti in corsivo spettano all'assemblea):

(LA)
« Dominus vobiscum.

Et cum spiritu tuo.

Sit nomen Domini benedictum.
Ex hoc nunc et usque in sæculum.

Adiutorium nostrum in nomine Domini.
Qui fecit cælum et terram.

Benedicat vos omnipotens Deus,
Pa + ter, et Fi + lius, et Spiritus + Sanctus.
Amen. »

(IT)
« Il Signore sia con voi.

E con il tuo spirito.

Sia benedetto il nome del Signore.
Ora e sempre.

Il nostro aiuto è nel nome del Signore.
Egli ha fatto il cielo e la terra.

Vi benedica Dio onnipotente,
Pa + dre, e Fig + lio, e Spirito + Santo.
Amen. »

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo