Ben Shahn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ben Shahn (Kovno, 12 settembre 1898New York, 14 marzo 1969) è stato un pittore e fotografo statunitense, di origine russa.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Cominciò ad affermarsi dopo il 1930 con opere di chiaro impegno sociale ispirandosi al processo di Sacco e Vanzetti. Partecipe di un gusto primitiveggiante ma radicato in un'esperienza affatto personale, nella quale si intravedono echi espressionisti, Shahn raggiunse nelle sue opere, soprattutto dopo il 1935, punte di notevole lirismo e sofferta umanità.

Interessante è anche la sua produzione di manifesti pubblicitari per le organizzazioni sindacali americane; nei disegni rivela spesso un'amara e pungente ironia. Da ultimo eseguì anche varie ed espressive pitture murali.

Opere sociali[modifica | modifica sorgente]

  • Vanzetti e Sacco, del 1932, al Museo di Arte moderna di New York.
  • Dimostrazione a Parigi
  • Dipinto della Domenica del 1938
  • Domenica WPA del 1939
  • New York City
  • Partita di calcio della domenica, Sott's run West Virginia del 1935
  • I Terwilliger
  • I Mulhall
  • Cliente del programma di riabilitazione Boone Country, Arkansas.
  • Ex agricoltore e figli che vivono dell'assistenza pubblica, Ohio centrale.

Manifesti pubblicitari[modifica | modifica sorgente]

  • Perché tutti abbiano un lavoro dopo la guerra, del 1946, al Museo di Arte moderna di New York.

Disegni[modifica | modifica sorgente]

Murales[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 17268935 LCCN: n79085084