Bartolomeo Campagnoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Bartolomeo Campagnoli (Cento, 10 settembre 1751Neustrelitz, 7 novembre 1827) è stato un violinista e compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver studiato con Pietro Nardini, intraprese una carriera concertistica che lo portò nelle maggiori città europee. In particolar modo nel 1776 ottenne l'incarico di primo violino presso la corte del vescovo di Frisinga e quattro anni dopo la direzione musicale presso il duca di Curlandia.[1]

Nel 1797 divenne primo violino al Gewandhaus di Lipsia oltre al titolo di maestro di cappella di corte nella località di Neustrelitz. [2]

Fu anche autore di opere didattiche ancora in uso, tra le quali il Nouvelle méthode.

Composizioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le Muse, De Agostini, Novara, 1964, III, p. 16
  2. ^ Andrea Della Corte, Guido Maria Gatti, Dizionario di musica, Paravia & C., Torino, 1956, p. 108

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Enzo Porta, Lo sviluppo tecnico e musicale dell’arte violinistica al tempo di Bartolomeo Campagnoli, in «A tutto arco», (rivista ufficiale di ESTA Italia-European String Teachers Association), anno 4, numero 8, 2011, pp. 29-43

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 51954976 LCCN: n82217196

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica