Barisano di Ibelin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stemma del casato degli Ibelin

Barisano di Ibelin "il Vecchio" (... – 1151) è capostipite della famiglia di Ibelin e figura importante del Regno di Gerusalemme.

La famiglia di origine di Barisano è incerta. La casata stessa di Ibelin affermava una discendenza dai Le Puiset, visconti di Chartres in Francia. Alcuni notano che il nome Barisano è soprattutto diffuso in Toscana e Liguria, e rinvia ad un'origine barese (=della città di Bari). La forma Baliano sembra dovuta ad una semplificazione tipica della pronuncia del francese antico del XII sec. (in francese, Barisano di Ibelin è chiamato Barisan oppure Balian).

Barisano si recò in Terra Santa probabilmente all'epoca del pellegrinaggio di Folco V d'Angiò. È citato nel 1120 come conestabile della contea di Giaffa. Verso il 1122 sposò Helvis di Ramla, figlia di Baldovino e di Stefania di Nablus, che gli portò in dote la signoria di Ramla.

Quando, nel 1134 Ugo II di Le Puiset, conte di Giaffa, si ribellò a Folco, che era diventato re di Gerusalemme, Barisano prese le difese del re. Nel 1141 Folco fece costruire un castello a Jabneh (anche detta Iamnia, l'odierna Yavne) e come ricompensa per la sua fedeltà, nominò come suo signore Barisano. Quest'ultimo assunse come nome del casato quello del castello, che essendo costruito a Iamnia, venne chiamato "di Ibelin".

Discendenza di Barisano di Ibelin[modifica | modifica sorgente]