Arthur Fonzarelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arthur Fonzarelli
Fonzie
Fonzie
Universo Happy Days
Lingua orig. Inglese
Soprannome Fonzie (The Fonz)
Autore Garry Marshall
1ª app. in Fino in fondo
Ultima app. in La vita continua (parte 2)
Interpretato da Henry Winkler
Voce italiana Antonio Colonnello
Sesso Maschio
Professione
  • Meccanico
  • Co-proprietario del ristorante "Arnold's" (st. 7)
  • Insegnante di meccanica al liceo "Jeffersons High" (st. 8)
  • Preside della scuola "Patos High" (st. 11)
Abilità forza sovrumana, chiamare le ragazze con lo schiocco delle dita
Parenti
  • Vito Fonzarelli (padre)
  • Nonna Nussbaum (nonna)
  • Charles "Chachi" Arcola (cugino)
  • Raymond "Spadino" Fonzarelli (nipote)
  • Angelo (cugino)
  • Ashley Pfister (fidanzata storica)
  • Danny (figlio adottivo)
« Who has the camera? »
(Fonzie)

Arthur Herbert Fonzarelli, soprannominato "Fonzie" (o anche "The Fonz" in originale), interpretato da Henry Winkler, è il co-protagonista della sitcom Happy Days, prodotta dal 1974 al 1984. Inizialmente personaggio minore, divenne enormemente popolare e assunse presto il ruolo di punto focale della serie.[1][2][3] Principalmente è caratterizzato dalla sua giacca di pelle nera e dal suo tipico intercalare "Ehi!" esclamato alzando il pollice, per il quale ha ricevuto molte critiche positive.[4]

La voce italiana del personaggio è data da Antonio Colonnello.

Il personaggio[modifica | modifica sorgente]

Arthur Fonzarelli, detto "Fonzie", meccanico e latin lover di grande successo, inizialmente appare un soggetto sbandato, un po' ispirato a James Dean (del quale possiede anche un poster nel suo appartamentino che si trova sopra il garage dei Cunningham), poi si scopre essere un personaggio di esperienza che si contrappone in modo metaforico alla coppia Cunningham, saggi genitori borghesi con esperienze di vita vissuta e tabù.

Fonzie ha una grande esperienza perché ha vissuto in strada. Fonzie rappresenta il tipo "cool" degli anni '50, mai spettinato, con giubbotto di pelle e blue-jeans, a cavallo di una Triumph TR6 Trophy (anche se risiede nella città sede della Harley Davidson), "figo" con le ragazze.

Il soprannome Fonzie (The Fonz) deriva dalla contrazione del suo cognome Fonzarelli. Dal successo di questo personaggio nascono i famosi snack "Fonzies", che devono il loro successo in parte anche a Henry Winkler.

Alla fine è sempre Fonzie a tirare fuori dai guai Richie, Potsie e Ralph, (i "pivelli" come li chiama lui) o addirittura fa loro discorsi di morale, che spesso la signora Cunningham fa a lui.

La signora Cunningham è l'unica ad avere potere su Fonzie. Rappresenta un po' la sua famiglia, visto che lui è cresciuto in strada, e suo padre lo ha lasciato consigliandogli "quando piove non uscire mai con i calzini". Marion Cunningham è l'unica che può chiamarlo Arthur, tuttavia anche Richie, oltre a essere il suo migliore amico, ha spesso il coraggio di mettere "in riga" Fonzie quando sbaglia; anche Howard Cunningham è una figura molto rispettata dal ragazzo soprattutto per le sue qualità di padre. Con Joanie Cunningham, la sorella minore di Richie (soprannominata affettuosamente "sottiletta" proprio da Fonzie), invece ha un sentimento di protezione ed è un suo fidato consigliere.

A partire dalla terza stagione della serie, gli autori pensano bene di rendere più "umano" il suo personaggio mettendo in evidenza alcune sue debolezze mai apparse prima, come la vergogna a portare gli occhiali[5][6][7], di commuoversi o di farsi vedere dalle ragazze mentre zoppica in seguito ad un incidente con la moto.

"Saltare lo squalo"[modifica | modifica sorgente]

Durante il terzo episodio della quinta stagione, si vide Fonzie saltare uno squalo con gli sci nautici.[8] Questa trovata fu considerata l'emblema dell'inizio del declino della serie.[9] Il termine saltare lo squalo (Jumping the shark) è divenuto la metafora con la quale contrassegnare l'inversione di popolarità di una serie televisiva. È accessibile a questo proposito un sito web che raccoglie questi eventi.

I gesti caratteristici[modifica | modifica sorgente]

  • Chiamare le ragazze (ad es. per ballare un lento) con lo schiocco delle dita.
  • Far partire il Jukebox con un pugno.
  • Il pollice in alto, che significa "Bene!", "Ok!", "Bravo!" spesso accompagnato da un: "Ehi" che, a seconda del tono ha un significato o meno di approvazione. Durante la sua partecipazione alla trasmissione I migliori anni di Raiuno (il 13 novembre 2009), l'attore Henry Winkler spiegò che il gesto era ispirato da quello che (erroneamente nell'immaginario comune) viene considerato come il gesto eseguito dagli imperatori romani per decidere se un uomo doveva vivere o morire.[10]
  • La camminata un po' da bullo-anni 50
  • Il modo di chiudere la porta (lanciandola senza accompagnarla) quando esce contento da casa Cunningham magari esclamando:"Wow!"
  • Il sorrisino da bambino sognante le volte che Marion gli bacia una guancia.

Fidanzamenti[modifica | modifica sorgente]

Il motto di Fonzie è "le ragazze si cambiano, gli amici no" ed è scritto sul muro del suo "ufficio" (i bagni di Arnold's).

Il primo coinvolgimento amoroso serio di Fonzie è nei riguardi di Pinky Tuscadero, nella 4ª stagione; nella 10ª stagione avrà una cotta per Ashley Pfister, con la quale si fidanzerà, ma dopo un anno si separeranno; alla fine della serie adotta un bambino di nome Danny.

Lavori[modifica | modifica sorgente]

Famoso come meccanico, è stato anche co-proprietario del ristorante "Arnold's" (dalla 7ª stagione), insegnante di meccanica al liceo "Jeffersons High" (dall'8ª stagione) e preside della scuola "Patos High" (dall'11ª stagione).

La giacca di pelle[modifica | modifica sorgente]

Fonzie

Durante l'intervista di Henry Winkler a Che tempo che fa, l'attore ha rivelato che le giacche di pelle di Fonzie sono state 5. Una è stata venduta, una si trova in un museo, una è di proprietà dello stesso Henry Winkler e due sono ancora in circolazione (una si trova attualmente al Smithsonian Institution[11]).

L'importanza di questa giacca al livello collezionistico è di fama mondiale, ed è ricercata da migliaia di persone, dato che Fonzie non se ne è mai separato durante il corso di quasi tutta la serie. Nella prima stagione Fonzie non indossava la famosa giacca di pelle (tranne in pochissime scene) ma quasi sempre dei giubbotti di stoffa, di diverse sfumature ma comunque di colore chiaro.

Durante la sua partecipazione alla trasmissione I migliori anni di Raiuno (il 13 novembre 2009) spiegò che alla ABC preferirono non fargli indossare un giubbotto di pelle per il timore che Fonzie potesse sembrare un gangster.[10] Garry Marshall, in seguito al successo della serie, richiese alla rete televisiva di poter far indossare al personaggio un giubbotto almeno nelle scene in cui Fonzie compariva accanto alla sua moto[10]; ottenuto questo permesso, il produttore ordinò agli sceneggiatori di mettere in scena una moto ogni volta che compariva Fonzie, che quindi avrebbe sempre indossato il suo giubbotto.[10]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione