Archeano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Supereone[1] Eone Ma1
  Fanerozoico 542,0 ±1,0
Precambriano Proterozoico 2.500
Archeano 4.000
Adeano c. 4.600
1 Ma = Milioni di anni fa

L'Archeano (dal greco antico "Αρχή" (Arkhē), che significa "inizio, origine") è il secondo eone, della suddivisione del tempo geologico del Precambriano. I suoi limiti temporali si pongono tra 4 000 e 2 500 milioni di anni fa (Ma).[2][3] È successivo all'eone Adeano ed è seguito dall'eone Proterozoico.

Anche se si conoscono rocce affiorate più antiche, le più vecchie formazioni rocciose esposte sulla superficie della Terra sono archeane o poco più antiche. Rocce archeane conosciute sono state trovate in Groenlandia, in Canada, in Australia nordoccidentale e in Sudafrica. L'Archeano, al pari dell'Adeano, appartiene alla unità geocronologica informale denominata Tempo Precambriano (termine ormai desueto).

Suddivisione in ere[modifica | modifica sorgente]

La Commissione Internazionale di Stratigrafia riconosce per l'Archeano la suddivisione in quattro ere geologiche, ordinate dalla più recente alla più antica secondo il seguente schema:[2]

Sinonimi e correlazioni[modifica | modifica sorgente]

Sono ritenuti sinonimi:

  • Swaziano (controverso)

L'Archeano si sovrappone in parte allo Swaziano (4000-3000 Ma), un termine informale comune nella letteratura geologica sudafricana.

Atmosfera[modifica | modifica sorgente]

L'atmosfera archeana era apparentemente carente di ossigeno libero. Le temperature sembravano essere vicino ai livelli attuali, anche se gli astronomi ritengono che il sole a quei tempi avesse una luminosità all'incirca di un terzo minore di quella attuale. Ciò fa pensare che i maggiori contributi di gas serra furono prodotti proprio in questa epoca; queste sono ovviamente tutte ipotesi.

Contenuto fossilifero[modifica | modifica sorgente]

Probabili residui di prodotti batterici (stromatoliti) sono stati datati intorno all'archeano e ad alcuni probabili fossili batterici è attribuita l'origine di formazione di letti sedimentari criptocristallini di silice denominati chert o selce. Si pensa che la vita sia stata presente durante l'archeano, ma probabilmente era limitata a singole cellule ed organismi anucleati semplici, denominati procarioti (rappresentati dal regno Monera).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ I colori corrispondono ai codici RGB definiti dallaCommissione Internazionale di Stratigrafia nel sito «Standard Color Codes for the Geological Time Scale».
  2. ^ a b Global Boundary Stratotype Section and Point (GSSP) of the International Commission of Stratigraphy, Status on 2009.
  3. ^ International Stratigraphic Chart, 2009

Schema[modifica | modifica sorgente]

Precambriano  
eone Adeano eone Archeano eone Proterozoico eone Fanerozoico
eone Archeano
era Eoarcheana era Paleoarcheana era Mesoarcheana era Neoarcheana

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

geologia Portale Geologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di geologia