Antechinomys laniger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Kultarr
Antechinomys lanigera - Gould.jpg
Antechinomys laniger
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Infraclasse Metatheria
Superordine Australidelphia
Ordine Dasyuromorphia
Famiglia Dasyuridae
Sottofamiglia Sminthopsinae
Tribù Sminthopsini
Genere Antechinomys
Krefft, 1867
Specie A. laniger
Nomenclatura binomiale
Antechinomys laniger
Gould, 1856

Il Kultarr (Antechinomys laniger Gould, 1856) è un piccolo mammifero marsupiale che si muove con grande agilità attraverso i boschi e la boscaglia semi-desertica, balzando sulle zampe posteriori allungate ma atterrando su quelle anteriori. Il manto del Kultarr è fulvo chiaro o bruno, con parti inferiori bianche, occhi e orecchie grandi e una coda lunga, sottile e munita di pennacchio. Notturno di natura, può scavare rifugi poco profondi e occupare crepe o tane di altri animali.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Lunghezza del corpo: 7–10 cm
  • Coda: 10–15 cm
  • Status: rischio minimo
  • Gestazione:12 giorni

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

Il Kultarr vive nella zona che comprende l'Australia meridionale e centrale. Questo piccolo mammifero marsupiale non ha un particolare tipo di habitat poiché vive indifferentemente nel bosco, nella prateria e nel deserto.

Nutrimento[modifica | modifica wikitesto]

Il Kultarr si ciba prevalentemente di insetti e piccoli roditori. Per le prede più grandi degli insetti il Kultarr usa uno stile di caccia simile a quello del topo marsupaile dalla coda grassa, suo parente. Infatti, caccia balzando sulle prede e dando loro un morso fatale sul collo.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Le popolazioni possono apparire in una località e "sparire" improvvisamente. L'allagamento delle tane degli animali durante le forti piogge potrebbe esserne la causa.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Mondo segreto dei Mammiferi, 1993
mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi