Ancistrus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ancistrus
Ancistrus dolichopterus Pierrefitte-Nestalas Aquarium.JPG Ancistrus gemeiner Antennenwels.jpg
Ancistrus dolichopterus (sopra), Ancistrus sp.
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Osteichthyes
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Neopterygii
Infraclasse Teleostei
Superordine Ostariophysi
Ordine Siluriformes
Famiglia Loricariidae
Sottofamiglia Ancistrinae
Genere Ancistrus
Kner, 1854

Ancistrus Kner, 1854 è un genere di pesci ossei di acqua dolce appartenenti alla famiglia Loricariidae e alla sottofamiglia Ancistrinae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Provengono dai fiumi con fondale ghiaioso[1] del centro-Sud America[2]. Molte specie sono diffuse nell'Iguazú[3].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il corpo è compresso sull'addome, abbastanza allungato, e ha una colorazione scura, con eventuali macchie o striature di colori più chiari; la bocca somiglia a una ventosa ed è rivolta verso il basso. Strisce chiare sono spesso presenti anche sulle pinne. La specie di dimensioni maggiori è Ancistrus chagresi, che raggiunge i 19,5 cm[2].

I maschi di diverse specie, tra cui Ancistrus temminckii[4] e Ancistrus triradiatus[5], presentano delle lunghe setole sulla testa.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Vive sul fondale e può formare gruppi[4]. Le specie di questo genere possono respirare assorbendo aria attraverso lo stomaco[6] e sopravvivere quindi in acque povere di ossigeno. I maschi possono diventare territoriali[7].

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Sono onnivori.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Forma coppie fedeli nel tempo[1] e si riproduce in fessure e cavità; è il maschio a sorvergliare le uova (fino a 200 e con un diametro di pochi millimetri)[7]. Sempre il maschio sorveglia e cura gli avannotti nei loro primi giorni di vita[7].

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

In questo genere sono riconosciute 66 specie[2]:

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

Esemplare albino

Sono pesci comuni negli acquari, dove si possono anche riprodurre[4]. Ne sono state selezionate diverse varietà, anche albine.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b A. Mancini, op. cit., p. 103
  2. ^ a b c (EN) Fish Identification: Find Species - Ancistrus in FishBase. URL consultato il 20 agosto 2014.
  3. ^ (EN) Bifi, A.G.; Pavanelli, C.S.; Zawadzki, C.H., Three new species of Ancistrus Kner, 1854 (Siluriformes: Loricariidae) from the Rio Iguaçu basin, Paraná State, Brazil in Zootaxa, vol. 2275, 2009, pp. 41–59, ISSN 1175-5334.
  4. ^ a b c Jeremy Gay, L'acquario: Guida completa all'allestimento e al mantenimento, Logos, 2006, ISBN 88-7940-581-0.
  5. ^ Tim M. Berra, op. cit., p. 230
  6. ^ (EN) Satora, L., Histological and ultrastructural study of the stomach of the air-breathing Ancistrus multispinnis (Siluriformes, Teleostei) in Can. J. Zool., vol. 76, 1998, pp. 83–86, DOI:10.1139/cjz-76-1-83.
  7. ^ a b c (EN) Mark H. Sabaj, Armbruster, Jonathan W., Page, Lawrence M., Spawning in Ancistrus (Siluriformes: Loricariidae) with comments on the evolution of snout tentacles as a novel reproductive strategy: larval mimicry (PDF) in Ichthyol. Explor. Freshwaters, vol. 10, nº 3, 1999, pp. 217–229. URL consultato il 20 agosto 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci