Analisi di Fourier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In analisi matematica, l'analisi di Fourier è una branca di ricerca che prende il suo stimolo dalle ricerche di Jean Baptiste Joseph Fourier, che nei primi anni dell'ottocento, riuscì a dimostrare che una qualunque funzione continua poteva essere vista come una somma di infinite "opportune" funzioni sinusoidali (seno e coseno). Grazie a tale scoperta si è potuto scomporre funzioni complicate in una serie di funzioni che prende il nome proprio di serie di Fourier, che ne rendono l'analisi più semplice. Dalla serie di Fourier discende anche la nozione di trasformata di Fourier ed il concetto di dominio della frequenza. È nota anche come analisi armonica.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Elias M. Stein, Guido Weiss (1971): Introduction to Fourier Analysis on Euclidean Spaces, Princeton University Press, ISBN 069108078X
  • (EN) Levan Zhizhiashvili (1996): Trigonometric Fourier Series and their Conjugates, Kluwer, ISBN 0-7923-4088-4
  • (EN) Audrey Terras (1999): Fourier Analysis on Finite Groups and Applications, Cambridge University Press, ISBN 0-521-45108-6
  • (EN) George Bachman, Lawrence Narici, Edward Beckenstein (2000): Fourier and Wavelet Analysis, Springer, ISBN 0-387-98899-8
  • (EN) Yitzhak Katznelson (2004): An introduction to harmonic analysis, 3rd ed., Cambridge University Press, ISBN 0-521-83829-0; 0-521-54359-2

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica