Jean Baptiste Joseph Fourier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jean Baptiste Joseph Fourier

Jean Baptiste Joseph Fourier (Auxerre, 21 marzo 1768Parigi, 16 maggio 1830) è stato un matematico e fisico francese, conosciuto soprattutto per la sua famosa trasformata e per la sua legge sulla conduzione del calore.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

La sua istruzione si compì dapprima dai Benedettini, poi in una scuola militare. Partecipò alla Rivoluzione francese, rischiando di essere ghigliottinato durante il Terrore, ma fu salvato dalla caduta di Robespierre. Entrò quindi nella École Normale Supérieure, dove ebbe come professori, tra gli altri, Joseph-Louis Lagrange e Pierre-Simon Laplace. Succedette anche a quest'ultimo nel ruolo di professore alla École Polytechnique nel 1797.

Fourier partecipò alla campagna d'Egitto di Napoleone nel 1798 e ricoprì un importante ruolo di diplomatico in quel paese. Al suo ritorno in Francia, nel 1801, fu nominato da Napoleone prefetto dell'Isère. Fu quindi lì, nella città di Grenoble, che condusse i suoi esperimenti sulla propagazione del calore che gli consentirono di modellizzare l'evoluzione della temperatura per mezzo di serie trigonometriche. Questi lavori furono pubblicati nel 1822 in Teoria analitica del calore, ma furono molto contestati, specialmente da Laplace e Lagrange. Nel 1817 entrò a far parte dell'Accademia delle Scienze. A Grenoble incontrò il giovane Jean-François Champollion che, guardando la collezione dei geroglifici, decise che da grande sarebbero stati trascritti da lui (così racconta lo stesso Champollion in uno dei suoi scritti).

Contributi[modifica | modifica sorgente]

Tra i suoi maggiori contributi figurano: la teorizzazione della serie di Fourier e la conseguente trasformata di Fourier in matematica e la formulazione dalla legge costitutiva lineare per la conduzione termica, la legge di Fourier, in termodinamica.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

A lui è stato intitolato l'omonimo cratere sulla Luna, ed il suo nome è scritto sulla Torre Eiffel.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Legion d'Onore
— 1804
Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Seggio 5 dell'Académie française Successore
Pierre-Édouard Lémontay 1826 - 1830 Victor Cousin

Controllo di autorità VIAF: 24601470 LCCN: n50023126