Ambon (città)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ambon
città a livello di reggenza
Kota Ambon
Ambon – Veduta
Localizzazione
Stato Indonesia Indonesia
Provincia Maluku
Amministrazione
Reggente Markus Jacob Papilaja
Territorio
Coordinate 3°42′18″S 128°10′12″E / 3.705°S 128.17°E-3.705; 128.17 (Ambon)Coordinate: 3°42′18″S 128°10′12″E / 3.705°S 128.17°E-3.705; 128.17 (Ambon)
Altitudine m s.l.m.
Superficie 377 km²
Abitanti 330 355 (2010)
Densità 876,27 ab./km²
Altre informazioni
Prefisso 0911
Fuso orario UTC+9
Cartografia
Mappa di localizzazione: Indonesia
Ambon
Sito istituzionale

Ambon è una città situata nell'isola omonima dell'arcipelago delle Molucche, nel Mar di Banda. La città, capoluogo della provincia delle Molucche (Indonesia), ha una popolazione di circa 230.000 abitanti (stima del 2010)[1], possiede un porto, un aeroporto, e alcune università degli studi, fra le quali l'Università Pattimura è statale, mentre l'università Terbuka e l'Università Kristen Indonesia Maluku sono private. È sede della Diocesi di Amboina della Chiesa cattolica.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La città di Ambon sorge sull'istmo di Bagoeala, una sottile striscia di terra che congiunge le due penisole montuose (Leitimor, meno estesa, a Sud e Hitoe a Nord), che costituiscono l'omonima isola.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La città fu fondata nel 1521 dai Portoghesi come mercato per il commercio delle spezie, poco tempo dopo la spedizione di Francisco Serrão del 1512. I portoghesi tuttavia non riuscirono mai a controllare completamente l'isola di Ambon. Nel 1605 fu conquistata da Steven van der Hagen e passò agli Olandesi, e la Compagnia olandese delle Indie orientali ne fece la capitale dei possedimenti fino al 1619, quando la sede fu trasferita a Batavia, l'odierna Giacarta[2]. Durante le guerre napoleoniche (dal 1796 al 1802, e dal 1810 al 1814) fu occupata dagli Inglesi; poi tornò agli Olandesi.

Ancora nel XX secolo Ambon era sede di un'importante base militare olandese. Durante la seconda guerra mondiale Ambon fu strappata alle forze alleate dalle forze giapponesi al termine della battaglia di Ambon (1942). La battaglia fu seguita dall'esecuzione sommaria di oltre 300 prigionieri di guerra Alleati. Dopo la dichiarazione di indipendenza dell'Indonesia (1945) Ambon ha conosciuto tensioni politiche, etniche e religiose[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ the Republic of Indonesia, Administrative units
  2. ^ Merle Calvin Ricklefs, A History of Modern Indonesia Since c. 1300, 2ª edizione, Basingstoke; London: MacMillan, 1991, p. 28, ISBN 0-333-57689-6
  3. ^ Bill Guerin, «The Spice Islands' legacy of violence», Asia Times online Southeast Asia del 15 febbraio 2002

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Asia Portale Asia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Asia