Alfred Douglas-Hamilton, XIII duca di Hamilton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfred Douglas-Hamilton, XIII duca di Hamilton
Duca di Hamilton
In carica 1895 –
1940
Predecessore William Douglas-Hamilton, XII duca di Hamilton
Successore Douglas Douglas-Hamilton, XIV duca di Hamilton
Nome completo Alfred Douglas Douglas-Hamilton
Altri titoli duca di Brandon
conte di Selkirk
Nascita Shanklin, Isola di Wight, 6 marzo 1862
Morte Farne House, Dorset, 16 marzo 1940
Dinastia Hamilton
Padre Charles Henry Hamilton
Madre Elizabeth Anne Hill
Consorte Nina Maria Benita Poore

Alfred Douglas Hamilton, XIII duca di Hamilton e il X duca Brandon (Shanklin, 6 marzo 186216 marzo 1940), è stato un nobile scozzese e tenente della marina inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Hamilton nacque a Shanklin, Isola di Wight, figlio di Charles Henry Hamilton e di sua moglie Elizabeth Anne Hill. Servì, da giovane, nella Royal Navy. Si guadagnò la reputazione di essere in grado di immergersi sotto le chiglie delle navi da battaglia in cui ha servito, senza alcuna attrezzatura, per riapparire sul lato opposto della nave per lo stupore dei suoi compagni.

Duca di Hamilton[modifica | modifica wikitesto]

C'era una possibilità che Alfred sposasse Lady Mary, figlia di William Hamilton, XII duca di Hamilton, che era senza eredi maschi. Queste speranze si frantumarono nel 1890, quando Hamilton rimase parzialmente paralizzato da una rara malattia tropicale che aveva preso durante il suo ultimo viaggio. Nel 1895 divenne duca di Hamilton ed ereditò tutti i beni e le attività del cugino e un £ 1 milioni di debito, una larga fetta delle terre e le proprietà Hamilton è andato a Lady Mary, duchessa di Montrose. Tra le proprietà che hanno lasciato la famiglia Hamilton in questo momento vi è Brodick Castle di Arran, che era stata di proprietà degli Hamilton per 500 anni.

Una proprietà che non gli lasciò era Hamilton Palace, la sede principale della famiglia. Tuttavia, il duca, offrì il palazzo alla Marina durante la prima guerra mondiale, dove venne utilizzato come ospedale. Dopo la fine della guerra, si è ritenuto necessario demolirlo a causa di subsidenza, attribuito a miniere di carbone della famiglia. Hamilton si trasferisce a Dungavel House, che prima era un casino di caccia nella brughiera vicino a Strathaven.

Hamilton era tenente colonnello del IV battaglione delle Highland Light Infantry e colonnello del VI battaglione del Il Cameronians (fucilieri scozzesi).

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Hamilton morì poco dopo il suo 78º compleanno, il 16 marzo 1940 a Farne House.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1901 sposò Nina Maria Benita Poore. La coppia ebbe sette figli:

  • Douglas, marchese di Douglas & Clydesdale (1903-1973);
  • Jean Douglas-Hamilton (1904);
  • George Nigel Douglas-Hamilton (1906-1994);
  • Margaret Douglas-Hamilton (1907);
  • Malcolm Douglas-Hamilton (1909-1964);
  • David Douglas-Hamilton (1912-1944);
  • Mairi Nina Douglas-Hamilton (1914-1927).

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Decorazione territoriale - nastrino per uniforme ordinaria Decorazione territoriale
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie