Alex Chilton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alex Chilton
Chilton in concerto a Parigi nel 2004
Chilton in concerto a Parigi nel 2004
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Power pop
Rock and roll
Periodo di attività 1966-2010
Album pubblicati 11
Gruppi e artisti correlati The Box Tops, Big Star

William Alexander Chilton (Memphis, 28 dicembre 1950New Orleans, 17 marzo 2010) è stato un cantante, chitarrista e produttore discografico statunitense, conosciuto soprattutto per essere stato il cantante dei The Box Tops, fondatore dei Big Star nonché produttore dei Cramps. Con il suo stile dolce, melodico e sognante ha avuto un'enorme influenza sul pop e l'indie rock contemporaneo.[1] A lui è attribuita l'invenzione del power pop.[2]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Entrò nei The Box Tops non ancora sedicenne con i quali ottenne un clamoroso successo con il singolo The Letter. Terminata l'esperienza col gruppo si trasferì a New York in cerca di ispirazione. L'anno successivo ritornò con a Memphis dove con Chris Bell formò i Big Star. Il gruppo, progenitore del power pop, non ottenne successo commerciale ma divenne col tempo tra gli ispiratori di molti gruppi successivi come ad esempio i R.E.M. che li hanno citati tra le loro maggiori influenze. Nel 1977 torna a New York forma i Alex Chilton and the Cossacks, gruppo estemporaneo che ha pubblicato solo un singolo e composto da Chris Stamey, poi con i dB's e Richard Lloyd dei Television. Chilton viene attratto dall'estetica punk, grazie anche alla frequentazione del CBGB. Diventa quindi produttore, convince i The Cramps a seguirlo a Memphis dove registra i brani dell'EP Gravest Hits e dell'album Songs the Lord Taught Us. Pubblica nel 1979 Like Flies on Sherbert, album stampato in sole 500 copie e col tempo diventato un album di culto. Entra e produce i Tav Falco's Panther Burns, nel 1984 ritorna alla carriera solista e quella di produttore.

Nel 1996 entra a far parte dei riformati The Box Tops, nel 2005 riforma a sua volta i Big Star. Muore nel 2010 per un attacco cardiaco, mentre era in tour con i Big Star. Il concerto che doveva tenere divenne un tributo con la partecipazione di numerosi ospiti come Curt Kirkwood, Chris Stamey, Mike Mills, John Doe, Sondre Lerche, Chuck Prophet, Evan Dando.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi The Box Tops#Discografia e Big Star#Discografia.

Solista[modifica | modifica sorgente]

  • 1978 - One Day in New York - (Trio; Art Union Records, 1991)
  • 1979 - Like Flies on Sherbert - (Peabody)
  • 1981 - Bach's Bottom - (Line; Razor & Tie, 1993)
  • 1982 - Live in London - (Aura, 1982 UK)
  • 1987 - High Priest - (New Rose/Big Time; Razor & Tie, 1994)
  • 1994 - Clichés - (Ardent, 1994)
  • 1995 - A Man Called Destruction - (Ardent, 1995)
  • 1997 - Cubist Blues, con Ben Vaughn e Alan Vega - (Discovery; Last Call 2006)
  • 1999 - Loose Shoes and Tight Pussy - (Last Call, 1999)
  • 2000 - Set (Bar/None) (edizione USA di Loose Shoes LP)
  • 2004 - Live in Anvers - (Last Call, 2004)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Alex Chilton - Big Star - biografia, recensioni, discografia, foto :: OndaRock
  2. ^ http://www.scaruffi.com/vol3/chilton.html