The Cramps

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la casa discografica, vedi Cramps.
The Cramps
The Cramps: Lux Interior e Poison Ivy dal vivo nel 1982.
The Cramps: Lux Interior e Poison Ivy dal vivo nel 1982.
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Psychobilly[1]
Rockabilly[1]
Post-punk[1]
Alternative rock[1]
Punk rock
Horror punk
Periodo di attività 1975-2009
Album pubblicati 14
Studio 10
Live 2
Raccolte 2
Sito web

The Cramps sono stati un gruppo psychobilly statunitense formatosi nel 1975.

La formazione ha subito molti cambiamenti durante gli anni, gli unici componenti stabili sono stati Lux Interior (voce) e Poison Ivy (chitarra elettrica).

I Cramps sono stati fra i pionieri della nascente scena punk rock che ruotava intorno al locale di New York CBGB's. Lo stile originalissimo del gruppo mescolava elementi presi dal punk rock con chiare influenze rockabilly. I Cramps hanno dato anche un decisivo impulso alla nascita del genere cosiddetto psychobilly.[2][3]

Lux Interior è morto il 4 febbraio 2009 a Glendale sancendo in pratica la fine della band.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lux Interior (nato Erick Purkhiser) e Poison Ivy (nata Kristy Wallace) si incontrarono a Sacramento in California nel 1972. Grazie agli interessi artistici in comune ed alla devozione per il collezionismo di dischi in vinile, i due decidono di formare un gruppo con il nome The Cramps. Lux Interior prese il suo nome d'arte da una pubblicità per auto, e Poison Ivy disse invece di aver fatto un sogno dove si vedeva questo nome (in origine il nome completo era Poison Ivy Rorschach, e l'ultimo nome era preso dall'inventore del Test di Rorschach). Nel 1973 si trasferiscono ad Akron in Ohio, e nel 1975 a New York, dove entrano subito a far parte della scena punk rock che ruotava intorno al locale CBGB, e che comprendeva altri gruppi come Ramones, Patti Smith, ed i Television. La formazione nel 1976 era: Poison Ivy Rorschach, Lux Interior, Bryan Gregory (chitarra) e sua sorella Pam "Ballam" (batteria). La particolarità del gruppo era che nella formazione (fino al 1983) non era compreso un bassista.

In breve tempo il gruppo cambia il batterista per due volte. Miriam Linna (successivamente nei Nervous Rex, nei The Zantees, e nei The A-Bones) sostituisce Pam Ballam, e Nick Knox (precedentemente negli Electric Eels) sostituisce Linna nel settembre 1977. Alla fine degli anni settanta i Cramps condivisero la loro sala prove con i Fleshtones, e suonarono regolarmente a New York in locali come il CBGB ed il Max's Kansas City. Pubblicano quindi due singoli indipendenti prodotti da Alex Chilton agli Ardent Studios di Memphis nel 1977, prima di essere messi sotto contratto da Miles Copeland III per la I.R.S. Records. Nel giugno del 1978 eseguono un concerto gratuito per i pazienti del California State Mental Hospital di Napa, evento registrato con una videocamera Sony Portapak dalla Target Video di San Francisco e successivamente pubblicato con il titolo di Live at Napa State Mental Hospital. Pubblicarono infine i due singoli registrati nel 1977 nell'EP del 1979 intitolato Gravest Hits, prima che Chilton li riporti di nuovo a Memphis per registrare il loro primo LP, Songs the Lord Taught Us, agli studi Phillips Recording, con la produzione dell'ex proprietario della Sun Records, Sam Phillips.

Lux Interior

Dopo essersi trasferiti a Los Angeles, Kid Congo Powers dei Gun Club si unì ai Cramps come chitarrista. Ma mentre il gruppo si trova in sala di registrazione per le sessioni del secondo LP, Psychedelic Jungle, i Cramps e Miles Copeland iniziano una battaglia legale per i diritti e le royalty. La susseguente sentenza sulla causa proibisce al gruppo di pubblicare dischi fino al 1983, anno nel quale pubblicano Smell of Female (live at New York's Peppermint Lounge); Kid Congo Powers dopo questo album lascia il gruppo. Mike Metoff dei Pagans (cugino di Nick Knox) fu l'ultimo chitarrista ritmico (utilizzato normalmente solo nelle esibizioni dal vivo) della formazione dei Cramps senza bassista.

Nel 1985 i Cramps registrano un pezzo per il film horror The Return of the Living Dead, pezzo intitolato Surfin' Dead, nel quale Poison Ivy suona sia il basso che la chitarra. Con la pubblicazione nel 1986 di A Date with Elvis, i Cramps aggiungono in maniera permanente un bassista alla formazione, anche se ebbero dei problemi a trovare la persona adatta, e quindi temporaneamente il ruolo di bassista venne ricoperto da Ivy. L'album riscosse un buon successo in Europa, dove le vendite raggiunsero quota 250.000 copie, mentre negli Stati Uniti il gruppo ha il problema di trovare una casa discografica che pubblichi il disco.

Nel 1986 riescono a trovare un bassista stabile in Candy Del Mar (delle Satan's Cheerleaders), che compare per la prima volta nell'album dal vivo Rockin n Reelin in Auckland New Zealand del 1987, disco seguito dall'album in studio Stay Sick del 1990. The Cramps entrano nella classifica top 40 dei singoli in Inghilterra per la prima ed unica volta con il pezzo Bikini Girls with Machine Guns. Il gruppo registrerà altri album e singoli tra gli anni novanta e 2000, per diverse etichette e con diversi gradi di successo. Nel 2004 esce How to Make a Monster per l'etichetta Vengeance Records, fondata dalla stessa coppia Interior/Ivy. La mattina del 4 febbraio 2009, a Glendale in California, Lux Interior ci lascia, a causa di un presunto attacco cardiaco.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 2005 la Baker Skateboards mise in vendita una tavola da skateboard disegnata utilizzando la copertina di Bad Music for Bad People; il nome dello skateboard è "The Baker Greco Can't Hardly Stand It Deck", ed è tratto da una cover inserita nell'album dal titolo I Can't Hardly Stand It, canzone che venne utilizzata anche nella campagna pubblicitaria per il lancio dello skateboard;
  • In onore agli eccessi dei Cramps, essi sono raffigurati alla Rock and Roll Hall of Fame con una grancassa che Lux Interior aveva attraversato con la testa durante un concerto.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

Chitarra[modifica | modifica wikitesto]

  • Bryan Gregory (Greg Beckerleg) - (aprile 1976 - maggio 1980)
  • Julien Grindsnatch - (luglio - settembre 1980)
  • Kid Congo Powers (Brian Tristan) - (dicembre 1980 - settembre 1983)
  • Mike Metoff (as Ike Knox) - (ottobre 1983 - novembre 1983; gennaio 1984 - luglio 1984)

Basso[modifica | modifica wikitesto]

  • Brian Emser
  • Candy del Mar - (luglio 1986 - gennaio 1991)
  • Slim Chance - (marzo 1991 - agosto 1998)
  • Chopper Franklin - (chitarra e basso, gennaio 2002 - settembre 2006)

Batteria[modifica | modifica wikitesto]

  • Pam Ballam (Pam Beckerleg) - (aprile 1976 - settembre 1976)
  • Miriam Linna - (ottobre 1976 - giugno 1977)
  • Nick Knox - (luglio 1977 - gennaio 1991)
  • Nickey Alexander - (giugno 1991 - gennaio 1993)
  • Bill "Buster" Bateman - (giugno 2004 - agosto 2006)
  • SugarPie Jones - (2000)

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Album dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1978 - The Way I Walk
  • 1978 - Human Fly
  • 1980 - Fever
  • 1980 - Garbageman
  • 1980 - Drug Train
  • 1981 - Goo Goo Muck
  • 1981 - The Crusher
  • 1984 - Faster Pussycat
  • 1984 - I Ain't Nuthin' But a Gorehound
  • 1985 - Can Your Pussy Do the Dog?
  • 1986 - What's Inside a Girl?
  • 1986 - Kizmiaz
  • 1986 - Get Off the Road
  • 1990 - Bikini Girls with Machine Guns
  • 1990 - All Women Are Bad
  • 1990 - The Creature From the Black Leather Lagoon
  • 1991 - Eyeball in My Martini
  • 2003 - Big Black Witchcraft Rock

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) The Cramps > Overview, Allmusic.com. URL consultato il 26 agosto 2009.
  2. ^ http://www.scaruffi.com/vol4/cramps.html
  3. ^ Cramps - biografia, recensioni, discografia, foto :: OndaRock

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk