Aleksandr Jakovlevič Bereznjak

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Aleksandr Âkovlevič Bereznâk)
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Alexander Yakovlevich Bereznyak (Александр Яковлевич Березняк in cirillico; Boyarkino, 29 dicembre 1912Dubna, 7 luglio 1974) è stato un ingegnere sovietico, progettista di aeroplani ed ingegnere capo dell'ufficio tecnico (OKB 2).

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Alexander Yakovlevich Bereznyak nasce il 29 dicembre 1912 a Boyarkino, nel distretto di Ozerski, regione di Mosca. Nel 1931 entra a lavorare presso l'industria dell'aviazione. Diviene membro convinto del Partito Comunista sovietico (CPSU) nel 1932. Nel 1938 si laurea presso il Moscow Aviation Institute, designato anche Ordzhonikidze Institut. Entra poi in qualità di ingegnere nell'ufficio sperimentale OKB-293 diretto da Viktor Fedorovich Bolkhovitinov. Mentre lavora presso l'ufficio tecnico di Bolkhovitinov progetta, insieme all'ingegner Aleksei Mikhailovich Isaev, il primo aereo da caccia con propulsione a razzo dell'URSS, il Bereznjak-Isajev BI, dotato di motore a propellente liquido. Dopo la fine della guerra diviene, nel 1946, vice capo-ingegnere presso l'OKB-2 assumendo la carica di capo ingegnere nel 1947. Nel 1957 diviene direttore del MKB Raduga che si occupa della progettazione di missili. Diviene poi dottore in scienze tecnologiche (1968), e un decorato lavoratore della scienza e della tecnologia dell'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (1973). Muore il 7 luglio 1974 a Dubna, nella regione di Mosca. Fu sepolto a Mosca, presso il cimitero Vvedensky.


L'ingegner Bereznyak fu insignito del Premio Lenin (1961, per il missile P-15), del Premio di Stato dell'URSS per la scienza e la tecnologia (1971, per il missile Raduga Kh.22M), dell'Ordine di Lenin, dell'Ordine della Rivoluzione d'Ottobre, dell'Ordine della Bandiera rossa del lavoro, e di numerose altre medaglie.

Progetti e realizzazioni[modifica | modifica sorgente]

  • BI: primo aereo con propulsione a razzo sovietico e primo aereo da caccia con propulsione a razzo del mondo. Venne sviluppato dagli ingegner Bereznyak e A. M. Isaev tra il 1940 e il 1944. Ne vennero costruiti otto esemplari, matricole da BI-1 a BI -8, impiegati per scopi sperimentali.
  • I-302P
  • I-346: aereo sperimentale transonico (1946)
  • I-466: progetto di un aereo intercettore con propulsione a razzo, sviluppato insieme all'ingegner Siegfried Günther[1]
  • I-468: progetto di un aereo da intercettazione, sviluppato tra il 1948 e il 1949[1]
  • I-470: prevista versione di produzione del tipo precedente..[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Sgarlato, Nico. Bereznyak I-470. Aerei N.71, Delta Editrice, Parma, settembre-ottobre 2012. ISSN 0390-1173

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Nico Sgarlato. Bereznyak I-470. Aerei N.71, Delta Editrice, Parma, settembre-ottobre 2012. ISSN 0390-1173
  • Great Soviet Encyclopedia, Vol.30, 3rd edition, Moscow, 1978, p. 579.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]