Albionbaatar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Albionbaatar
Immagine di Albionbaatar mancante
Stato di conservazione
Status none EX.svg
Estinto Cretaceo inferiore
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
(clade) Mammaliaformes
Classe  ?Mammalia
Superordine Allotheria
Ordine Multituberculata
Sottordine Plagiaulacida
Famiglia Albionbaataridae
Genere Albionbaatar
Nomenclatura binomiale
Albionbaatar
Kielan-Jaworowska & Ensom, 1994
Specie
  • A. denisae

Albionbaatar è un genere di mammiferi estinti appartenenti all'ordine dei Multituberculata, famiglia Albionbaataridae. I resti fossili provengono dal Cretaceo inferiore dell'inghilterra. Questi erbivori vissero durante l'era Mesozoica, conosciuta anche come "l'era dei dinosauri". Furono tra i rappresentanti più evoluti del sottordine informale dei "Plagiaulacida".


Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

« Genere noto dai premolari superiori della specie tipo. I denti da P1 a P3 sono quasi rettangolari, con tre file di cuspidi. Il P5 ha una formula dei cuspidi 5–7:7:7. Differisce dagli altri Plagiaulacida, dai Djadochtatherioidea, i Taeniolabidoidea e dagli Ptilodontoidea meno evoluti nel possedere un P5 con tre file di numerose piccole cuspidi. Si discosta dai Paulchoffatiidae nell'avere un P5 distintivamente più largo, e dai Plagiaulacidae per avere tutte le cuspidi di ciascun premolare della stessa grandezza. Condivide con i più evoluti Ptilodontoidea e Taeniolabidoidea numerosi cuspidi sui premolari superiori posteriori[1]»
(Kielan-Jaworowska, Cifelli, & Luo (2004). "Mammals from the age of dinosaurs : origins, evolution, and structure" p. 319)

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Cretaceo inferiore (Berriasiano) dell'Inghilterra sudorientale, Formazione Purbeck, Durlston Bay (Dorset).

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Albionbaatar indica l'antico nome Albione (Ἀλβιών in greco antico) dato dai greci alle isole britanniche, più il suffisso Mongolo "baatar"= eroe, usato spesso nella classificazione dei multitubercolati.

Il nome della specie, Denisae, si deve invece in onore della paleontologa francese Denise Sigogneau Russell.

Specie[modifica | modifica wikitesto]

  • Albionbaatar denisae (Kielan-Jaworowska & Ensom, 1994), specie tipo per monotipia, i cui resti risalenti al Cretaceo sono stati rinvenuti in Inghilterra.


Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Sottoclasse †Allotheria Marsh, 1880

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le maiuscole indicano denti superiori, mentre le minuscole quelli inferiori:
    P= premolari
    M= molari
    C= canini
    I= incisivi

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Kielan-Jaworowska & Ensom (1994), "Tiny plagiaulacoid multituberculate mammals from the Purbeck Limestone Formation of Dorset, England". Paleontology 37, p. 17-31.
  • Kielan-Jaworowska; Hurum, Phylogeny and Systematics of multituberculate mammals in Paleontology, vol. 44, nº 3, 2001, pp. 389–429, DOI:10.1111/1475-4983.00185.
  • Zofia Kielan-Jaworowska, Richard L. Cifelli, Zhe-Xi Luo (2004). "Mammals from the age of dinosaurs : origins, evolution, and structure" pp. 260-342. ISBN 0-231-11918-6

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]