Albano d'Inghilterra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sant'Albano d'Inghilterra
Martirio di sant'Albano, dal ms di Matteo Paris
Martirio di sant'Albano, dal ms di Matteo Paris

Martire

Nascita Verulamium III secolo
Morte 305
Venerato da Tutte le Chiese che ammettono il culto dei santi
Santuario principale Cattedrale di Saint Albans
Ricorrenza 22 giugno (Chiesa cattolica e ortodossa)
17 giugno (Chiesa anglicana)
Attributi palma, uniforme da soldato romano

Albano d'Inghilterra (Verulamium, ... – 305) è stato un militare romano, il quale, secondo la tradizione, si convertì al Cristianesimo e per questo subì il martirio.

È venerato come santo e martire dalla Chiesa anglicana, dalla Chiesa cattolica e da quelle ortodosse.

Agiografia[modifica | modifica sorgente]

Secondo la tradizione Albano era un soldato dell'esercito romano di stanza in Inghilterra presso Verulamium (città-fortezza d'epoca imperiale nel sud-est dell'isola). A seguito dell'incontro con uomo di fede cristiana, al quale offrì riparo e rifugio, venne iniziato al Cristianesimo e si convertì proprio nel momento culmine delle persecuzioni di Diocleziano.

Quando alcuni soldati fecero irruzione nella sua casa per arrestare il cristiano fuggitivo, Albano si fece arrestare al posto suo e perciò venne condannato e ucciso nel 305 circa, sulla riva del fiume Ver. La tradizione vuole inoltre che Albano abbia convertito uno dei suoi carnefici poco prima di morire.

Culto[modifica | modifica sorgente]

È venerato come primo martire inglese. Poco dopo la sua morte, sul luogo del supplizio venne eretto un martyrium (parola latina indicante i monumenti innalzati sulle tombe dei martiri della fede) e qui il vescovo Germano di Auxerre venne nel 429 in pellegrinaggio riportando in patria un po' del suolo considerato sacro e circostante la tomba di sant'Albano, favorendone e sviluppandone il culto anche oltremanica.

Nel V secolo le truppe dell'impero romano abbandonarono l'isola britannica che venne quindi occupata da tribù germaniche (Sassoni e Juti) che distrussero le prime esili strutture del cristianesimo inglese. La rievangelizzazione dell'Inghilterra ad opera di Agostino di Canterbury e di papa Gregorio I, fece riprendere vigore al culto del santo. Sul luogo del martirio, ormai devastate le precedenti costruzioni, venne eretto un monastero intorno al quale nacque e si sviluppò un piccolo borgo costruito con le pietre delle rovine di Verulamium. Questo borgo coi secoli si è sviluppato fin a divenire una città che ancora oggi esiste con il nome di Saint Albans a nord dell'area metropolitana di Londra, ove sorge una splendida cattedrale intitolata al santo martire.

La Chiesa cattolica e quelle ortodosse ne ricordano la memoria il 22 giugno e quella anglicana il 17 giugno.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 54939196 LCCN: n/80/56890