Aicardo de Fossato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Aicardo de Fossato, (in occitano Aycart o Aicart del Fossat) (... – ...), è stato un trovatore (fl. 1250–1268) originario di Le Fossat, nell'Ariège. Gli vengono attribuiti un sirventes e un partimen con Girard Cavalaz.

Il sirventes riguarda la vittoria di Carlo I d'Angiò su Corradino nella Battaglia di Tagliacozzo (1268). Il partimen, "Si paradis et enfernz son aital", è un dilemma sulla natura del Paradiso e lInferno (1250 ca.) Gli interlocutori sono noti soltanto come Aicart e Girart, ma sono stati a lungo identificati con Aycart e Girard. Il partimen si conserva in un manoscritto di Bergamo, comprensivo di una razo in latino.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (FR) Bastard, Antoine de. "Aicart del Fossat et les événements politiques en Italie (1268)." Mélanges de philologie romane dédiés à la mémoire de Jean Boutière (1899–1967), 1:51–75 (Liège, 1971).
  • (IT) Bertoni, Giulio. "Un nuovo trovatore italiano: Girardo Cavallazzi." Romania, 43:587–593 (1914).
  • (IT) Gresti, Paolo. "Un nuovo trovatore italiano? Osservazioni sul partimen tra Aycard de Fossat e Girard Cavalaz, Si paradis et enfernz son aital (BdT 6A.1)", p. 341–354. Il genere ‹tenzone› nelle letterature romanze delle Origini. Atti del convegno internazionale, Lausanne, 13–15 novembre 1997, edd. M. Pedroni e A. Stäuble. Ravenna, 1999.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]