Agapornis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il film del 1988 di David Cronenberg, vedi Inseparabili (film).
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'album del 2002 dei Gazosa, vedi Inseparabili (album).
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Agapornis
Agapornis roseicollis -eating grass seeds-8.jpg
Agapornis roseicollis
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Ordine Psittaciformes
Famiglia Psittacidae
Genere Agapornis
Selby, 1836
Specie

vedi testo

Agapornis Selby, 1836 è un genere di uccelli della famiglia Psittacidae, diffuso in Africa, comunemente noti come inseparabili.[1]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome scientifico del genere deriva dal greco e significa uccelli che si amano.[senza fonte]
Il nome comune "inseparabili" si fonda sul loro comportamento: essi, infatti, si scelgono a vita.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Gli Agapornis sono grandi 13–17 cm e pesano 40-60 grammi.[senza fonte] Sono verdi, anche se le mutazioni possono presentarsi in differenti colori.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome comune di inseparabili nasce dal profondo affiatamento che lega i componenti della coppia. L'esistenza di questo legame particolare tra gli individui della specie è evidenziata anche dall'abitudine di lisciarsi a vicenda il piumaggio.

Sono uccelli socievoli che non conducono in libertà una vita solitaria, costituendo infatti delle vere e proprie famiglie che vanno dai 5 ai 20 soggetti. Le coppie restano tali per tutta la vita. Riempiono il nido con paglia e foglie di salice piangente. Vivono da 10 a 15 anni.[senza fonte]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questi pappagalli sono originari dell'Africa centro-meridionale, anche se le zone di diffusione sono molto diverse a seconda delle specie. Gli inseparabili vivono nelle steppe e nelle savane, nei pressi di pozze d'acqua e boschi d'acacie.[senza fonte]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Comprende le seguenti specie:[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Psittacidae in IOC World Bird Names (ver 4.4), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 19 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli