Accordo petrolifero Long-Bérenger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Accordo petrolifero Long-Bérenger
Firma aprile 1919
Condizioni Delimitazione degli interessi petroliferi delle due potenze in Russia e Romania e nelle colonie francesi e britanniche in Medio Oriente.
Parti Regno Unito Regno Unito
Francia Francia
Firmatari Flag of the United Kingdom.svg Sir Walter Long
Flag of France.svg Henri Bérenger
voci di trattati presenti su Wikipedia

L'accordo petrolifero Long-Bérenger dell'aprile 1919 è stato un patto tra Francia e Regno Unito per delimitare gli interessi petroliferi delle due potenze in Russia e Romania e nelle colonie francesi e britanniche in Medio Oriente[1].

L'accordo prende il nome dal Ministro del petrolio britannico Sir Walter Long e dal suo omologo francese Henri Bérenger, che negoziarono l'accordo[2].

L'accordo pose le basi per un successivo accordo, concluso a San Remo nel 1920 che concedeva alla Francia il 25% della quota derivante dallo sfruttamento dei pozzi petroliferi in Iraq[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paksoy, U.S. And Bolshevik Relations, The Journal of Sophia Asian Studies, 1994, pp. 221-251.
  2. ^ Gareth,"The British Government and the Oil Companies", The Historical Journal, 1977
  3. ^ "Conference of San Remo". Encyclopædia Britannica. http://www.britannica.com/ebc/article-9065389

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Melby, Eric D. K. (1981). Oil and the International System: The Case of France, 1918-1969. Ayer Publishing. ISBN 0-405-14000-2.
  • Jones, G. Gareth (September 1977). The British Government and the Oil Companies 1912-1924: The Search for an Oil Policy. The Historical Journal 20 (3): pp. 647–672. doi:10.1017/S0018246X00011286.