ARA San Martín

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
ARA San Martín
ex Varese
ARA SanMartin.jpg
Descrizione generale
Flag of Argentina.svg
Tipo incrociatore corazzato
Classe Giuseppe Garibaldi
Proprietà Flag of Argentina.svg Armada de la República Argentina
Cantiere Orlando di Livorno
Impostata 1893
Varata 25 maggio 1895
Entrata in servizio 25 aprile 1898
Radiata 8 dicembre 1935
Destino finale Venduto per demolizione
Caratteristiche generali
Dislocamento Pieno carico: 8230 t
Lunghezza 106,7 m
Larghezza 16,2 m
Pescaggio 7,1 m
Propulsione 24 caldaie

2 motrice alternativa

2 elica
Velocità 18 nodi
Autonomia 9300 miglia a 20 nodi
Equipaggio 28 ufficiali e 520 tra sottufficiali e comuni
Armamento
Armamento artiglieria:
Corazzatura Orizzontale: 38 mm
Verticale: 150 mm
Artiglierie: 150 mm
Torrione: 150 mm

dati tratti da[1]

voci di incrociatori presenti su Wikipedia

L'incrociatore corazzato ARA San Martín[1] fu un'unità argentina appartenente alla classe Garibaldi. La sua costruzione venne avviata nel 1893 nei cantieri Orlando di Livorno. Costruito inizialmente per la Regia Marina con il nome Varese, prima di essere ultimato venne acquistato dalla Armada Argentina. Varato il 25 maggio 1895 entrò in servicio il 25 aprile 1898.

Trasportò a Santiago del Cile la commissione incaricata di firmare le convenzioni territoriali tra le due nazioni.

Ricoprì il ruolo di nave ammiraglia della flotta fino al 1911.

Nel 1926 venne sottoposto a lavori di ammodernamento nella Base Navale di Porto Belgrano, nel corso dei quali vennero sostituite le caldaie a carbone con caldaie a nafta, mentre altre modifiche riguardarono le artiglierie e la sovrastruttura.

Radiato con decreto 7300 dell'8 dicembre 1935, nel 1947 venne demolito nelle officine del Riachuelo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b ARA "San Martín".

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina