Yo Gotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Yo Gotti
Yo Gotti 2013.jpg
Yo Gotti nel 2013
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereSouthern hip hop
Trap
Periodo di attività musicale1994 – in attività
Album pubblicati31
Studio9
Live0
Raccolte22
Sito ufficiale

Mario Mims, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Yo Gotti e in precedenza anche come Lil Yo, (Memphis, 19 maggio 1981), è un rapper statunitense.

Lo pseudonimo[modifica | modifica wikitesto]

Il suo pseudonimo deriva da John Gotti, in quanto secondo quest'ultimo essere di colore era "imbarazzante".[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

2000-2006: Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Mims è cresciuto nei Ridgecrest Apartments nel quartiere di Frayser situato a Memphis, nel Tennessee.[2] Ha iniziato la sua carriera musicale intorno ai 14 anni denominandosi Lil Yo, stando affiliato a DJ Sound e la sua banda.[3] Tra il 2000 e il 2006, Yo Gotti ha pubblicato una serie di album indipendenti: From Da Dope Game 2 Da Rap Game, Self-Explanatory, Life e Back 2 da Basics.[4][5]

2009-2012: Live from the Kitchen[modifica | modifica wikitesto]

Dopo diversi ritardi, il 10 gennaio 2012, Yo Gotti ha pubblicato il suo album di debutto Live from The Kitchen.[6] Il primo singolo originale dell'album era intitolato 5 Star ed è stato pubblicato il 20 maggio 2009.[7] Il singolo ha raggiunto la posizione numero 79 della Hot 100, 19 nella U.S R&B e 11 nella U.S Rap. L'11 dicembre 2009 è stato rilasciato il singolo Women Lie, Men Lie con Lil Wayne.[8] La canzone ha raggiunto la posizione numero 81, 22 in quella U.S R&B e 12 in quella U.S Rap. Il 27 luglio 2010 è stato rilasciato il terzo singolo Look In the Mirror.[9] La canzone ha raggiunto la posizione numero 97 nella classifica R&B degli Stati Uniti. Live From The Kitchen ha debuttato al numero 12 della Billboard 200 degli Stati Uniti, con 16.000 copie vendute nella sua prima settimana negli Stati Uniti.[10] Dopo tre settimane, l'album ha venduto 36.000 copie negli Stati Uniti.[11] Nel 2012, a causa delle opinioni di Gotti sulle basse vendite del suo album di debutto, ha deciso di ripartire con RCA Records e Polo Grounds Music.[12] Il 17 ottobre 2012, ha pubblicato la settima versione della sua famosa serie di mixtape Cocaine Muzik intitolata Cocaine Muzik 7: The World Is Yours.[13]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Mixtapes[modifica | modifica wikitesto]

  • 2006 – Full Time Hustlin'
  • 2006 – I Told U So (con DJ Drama)
  • 2008 – Cocaine Muzik
  • 2008 – Definition of a G (con Gucci Mane)
  • 2009 – Cocaine Muzik 2
  • 2009 – Cocaine Muzik 3
  • 2010 – Cocaine Muzik 4
  • 2010 – Cocaine Muzik 4.5: da Documentary
  • 2010 – Cocaine Muzik 5: White Friday
  • 2011 – Cocaine Muzik 6: Gangster of the Year
  • 2011 – January 10th: The Mixtape
  • 2012 – Cocaine Muzik 7: The World Is Yours
  • 2013 – Nov 19th: The Mixtape
  • 2014 – Chapter One (con CMG)
  • 2015 – Concealed
  • 2015 – The Return of Cocaine Muzik
  • 2015 – The Return of Cocaine Muzik Pt. 2
  • 2015 – The Return
  • 2015 – Cocaine Muzik 8: Any Hood America
  • 2016 – 2 Federal (con Moneybagg Yo)
  • 2016 – White Friday (con CM9)
  • 2017 – Gotti Made-It (con Mike Will Made It)

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Classifiche Album
US Hot 100 U.S. R&B U.S. Rap
2003 "Dirty South Soldiers" (featuring Lil Jon) Life
"Sell My Dope" (featuring Kia Shine)
2005 "Full Time" Back 2 da Basics
"Gangsta Party" (featuring Bun B & 8 Ball) 80
2006 "I Got Dem/That's What They Made It Foe"
2009 "5 Star" 79 19 11 Live from the Kitchen

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Year Title Chart Positions Album
US Hot 100 U.S. R&B U.S. Rap
2007 "Poppin' Rubberbands" (Gucci Mane featuring Yo Gotti) Back in da Trap
2008 "Bricks" (Gucci Mane featuring Yo Gotti & Yung Ralph) Favorite Rappers Favorite Trapper
"Shawty Said" (Novakane featuring Yo Gotti & Trey-V) 75 Lethal Injection
"Gettin' This Money" (Yung DC featuring Yo Gotti) Welcome to D.C.
2009 "Ridiculous" (DJ Drama featuring Gucci Mane, Yo Gotti, Lonnie Mac & OJ da Juiceman) 104 Gangsta Grillz: The Album (Vol. 2)
"Blockstars" (DJ Kayslay featuring Ray J, Yo Gotti, Jim Jones & Busta Rhymes) More Than a DJ

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Yo Gotti | Music Videos, News, Photos, Tour Dates, Ringtones, and Lyrics | MTV
  2. ^ HipHopDX- http://hiphopdx.com, Yo Gotti: The Recipe, su HipHopDX, 16 ottobre 2009. URL consultato il 18 dicembre 2018.
  3. ^ Memphis — The King of the City: The Best Rapper in 13 Hip-Hop Meccas | Complex, su web.archive.org, 31 agosto 2013. URL consultato il 18 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 31 agosto 2013).
  4. ^ (EN) Life by Yo Gotti. URL consultato il 18 dicembre 2018.
  5. ^ (EN) Back 2 Da Basics by Yo Gotti. URL consultato il 18 dicembre 2018.
  6. ^ www.amazon.com, https://www.amazon.com/Live-Kitchen-Explicit-Yo-Gotti/dp/B0033DPOVG/. URL consultato il 18 dicembre 2018.
  7. ^ (EN) 5 Star by Yo Gotti. URL consultato il 18 dicembre 2018.
  8. ^ (EN) Women Lie, Men Lie (feat. Lil Wayne) by Yo Gotti. URL consultato il 18 dicembre 2018.
  9. ^ (EN) Look In the Mirror by Yo Gotti. URL consultato il 18 dicembre 2018.
  10. ^ HipHopDX- http://hiphopdx.com, Hip Hop Album Sales: The Week Ending 1/15/2012, su HipHopDX, 18 gennaio 2012. URL consultato il 18 dicembre 2018.
  11. ^ HipHopDX- http://hiphopdx.com, Hip Hop Album Sales: The Week Ending 1/29/2012, su HipHopDX, 1º febbraio 2012. URL consultato il 18 dicembre 2018.
  12. ^ HipHopDX- http://hiphopdx.com, Yo Gotti Announces CMG Label Partnership With Epic Records, su HipHopDX, 14 febbraio 2013. URL consultato il 18 dicembre 2018.
  13. ^ CM7: The World Is Yours Mixtape by Yo Gotti, su www.datpiff.com. URL consultato il 18 dicembre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN12061346 · ISNI (EN0000 0000 4276 9556 · LCCN (ENno2006062876 · GND (DE1046155822 · BNF (FRcb161798438 (data)