Wiki Loves Monuments

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Logo di Wiki Loves Monuments

Wiki Loves Monuments (WLM) è un concorso fotografico svolto annualmente nel mese di settembre il cui scopo è raccogliere immagini del patrimonio culturale mondiale affinché possano essere caricate su Wikipedia. Per partecipare è necessario caricare le fotografie su Wikimedia Commons rilasciandole con una licenza libera. L'edizione del 2011 è entrata nel Guinness dei primati come il più grande concorso fotografico al mondo con 168.208 immagini inviate da più di 5.000 partecipanti[1]. Nel 2014 è stato superato il milione di foto caricate dall'inizio del concorso, da 37 diversi Paesi del mondo.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I 53 paesi che hanno partecipato all'edizione 2013
Cartello luminoso a messaggio variabile dell'amministrazione comunale di Parabiago (MI) che invita a partecipare a WLM 2015.

La prima edizione di Wiki Loves Monuments, organizzata da Wikimedia Netherlands, si è tenuta nel 2010 nei Paesi Bassi. La competizione riguardava i "Rijksmonument" olandesi (letteralmente "monumento del regno"). I Rijkmonuments includono realizzazioni architettoniche e oggetti di interesse generale riconosciuti per il loro valore culturale, scientifico o per la loro bellezza, quali ad esempio il sito archeologico di Drenthe, il Palazzo Noordeinde a L'Aia, e le case lungo i canali di Amsterdam. L'edizione del 2010 ha contato più di 12.500 fotografie inviate[3]

Il successo dell'edizione 2010 ha destato l'interesse di gruppi di volontari in altri paesi, pertanto l'edizione 2011 è stata estesa a livello europeo, interessando 18 paesi[4][5]. La competizione ha ricevuto anche l'appoggio, tra gli altri, della Commissione europea e del Consiglio d'Europa. Con le 168.208 fotografie caricate durante il concorso il concorso è entrato nel Guinness dei primati[1].

Nel 2012, Wiki Loves Monuments è stato nuovamente esteso, diventando un concorso mondiale, con la partecipazione di 35 paesi diversi tra cui Andorra, Argentina, Austria, Bielorussia, Belgio, Canada, Cile, Colombia, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Francia, Germania, Ghana, India, Israele, Italia, Kenya, Lussemburgo, Messico, Norvegia, Paesi Bassi, Panama, Filippine, Polonia, Romania, Russia, Serbia, Slovacchia, Spagna, Sudafrica, Stati Uniti d'America, Svezia, Svizzera e Ucraina[6].

Nel 2013 i Paesi sono diventati 53 (compreso l'Antartide) e si è raggiunto il nuovo record di quasi 370.000 foto (per l'esattezza 369.589 file). L'edizione 2014 del concorso ha visto più di 8750 partecipanti in 41 Paesi, che hanno proposto oltre 308.000 fotografie. Pakistan, Macedonia, Irlanda, Kosovo, Albania, Palestina, Libano e Iraq hanno fatto il loro debutto nel 2014. Dal Pakistan, più di 700 concorrenti da ogni parte del Paese hanno proposto oltre 12.000 scatti.[7] Nel settembre 2014 è stato superato il milione di foto caricate dall'inizio del concorso.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Wiki Loves Monuments è un concorso annuale, che si svolge nel mese di settembre[8]. È possibile partecipare al concorso fotografando uno dei monumenti o siti presenti nelle liste individuate dall'organizzazione del concorso, che sono compilate utilizzando fonti governative nazionale o di altri enti. Per partecipare è necessario caricare la fotografia del monumento su Wikimedia Commons[9] con una licenza libera[10]. Ogni fotografia partecipa ad una delle edizioni nazionali del concorso in base al monumento ritratto, ossia le fotografie partecipano al concorso del paese che comprende il monumento nelle sue liste. Nel 2011 e 2012, Wiki Loves Monuments si è strutturato in modo federato, da ogni concorso nazionale sono state selezionate 10 fotografie vincitrici che hanno conquistato il diritto di accedere alla fase internazionale dalla quale vengono scelte 10 fotografie vincitrici.

Fotografie vincenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Guinness World Records, Largest photography competition, 2012.
  2. ^ a b One Million Images | Wiki Loves Monuments
  3. ^ (FR) Virginie Malbos, Le monumental concours de Wikimédia, dans Libération, 9 September 2011, consulted 22 August 2012.
  4. ^ Bologna su 'Wiki loves monuments' La raccolta delle foto più belle, ne Il Resto del Carlino, 11 agosto 2012, consultato il 22 agosto 2012
  5. ^ (FR) Isabelle Chenu, Le site Wikipédia aime les monuments, Radio France Internationale, 25 settembre 2011. URL consultato il 22 agosto 2012.
    «So far, there are 18 European countries participating in the contest.».
  6. ^ (EN) Ruth Eglash, Hundreds of cultural sites to be visually documented during "Wiki Loves Monuments event.", Jerusalem Post, 28 agosto 2012. URL consultato il 15 settembre 2012.
  7. ^ QAYYUM SAQIB, Wiki Loves Monuments: Top 10 pictures from Pakistan, Dawn, 3 giugno 2015. URL consultato il 3 giugno 2015.
  8. ^ Nell'edizione 2012, la competizione in Israele ha seguito date differenti
  9. ^ Alcuni concorsi WLM nazionali nel 2011 e nel 2012 hanno previsto la possibilità di caricare la fotografia anche attraverso Flickr. Le fotografie, rilasciate sempre con una licenza libera, sono state poi trasferite su Wikimedia Commons
  10. ^ Alcuni concorsi WLM nazionali hanno limitato, per motivi organizzativi, le tipologie di licenze utilizzabile, in particolare alla sola licenza Creative Commons CC BY-SA

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Fotografia Portale Fotografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fotografia