Vita col padre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vita col padre
Life with Father (1947).jpg
Irene Dunne e William Powell
Titolo originaleLife with Father
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneUSA
Anno1947
Durata118 min
Rapporto1,37 : 1
Generecommedia
RegiaMichael Curtiz
Soggettodalle memorie di Clarence Day e dalla commedia teatrale di Howard Lindsay e Russel Crouse
SceneggiaturaDonald Ogden Stewart
ProduttoreRobert Buckner
Produttore esecutivoJack L. Warner
Casa di produzioneWarner Bros. Pictures
Distribuzione (Italia)WB (1950)
FotografiaJ. Peverell Marley e William V. Skall
MontaggioGeorge Amy
Effetti specialiWilliam C. McGann, Ray Foster
MusicheMax Steiner
ScenografiaRobert M. Haas
George James Hopkins (con il nome James Hopkins) (arredatore)
CostumiMarjorie Best (non accreditata)
Milo Anderson (guardaroba)
TruccoPerc Westmore,
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Vita col padre (Life with Father) è un film del 1947, diretto da Michael Curtiz.

Vita col padre trae origine da un libro autobiografico umoristico di racconti scritto nel 1935 da Clarence Day, Jr. che fu adattato nel 1939 per Broadway da Howard Lindsay e Russel Crouse. Interpretato dallo stesso Lindsay affiancato da Teresa Wright e Dorothy Bernard, lo spettacolo - la cui prima si tenne l'8 novembre 1939 - ebbe un grande successo, arrivando al traguardo delle 3224 recite[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una donna dolce e apparentemente remissiva è sposata con un banchiere burbero e autoritario al quale, però, riesce a far fare quello che vuole. Il marito, infatti, è in fondo un brav'uomo che ama teneramente sia la moglie che i suoi quattro figli. Un giorno il poveraccio si lascia scappare di non essere battezzato.La consorte, in men che non si dicca, riesce a trascinarlo in chiesa.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto da Robert Buckner per la Warner Bros. Pictures. Venne girato dall'11 aprile 1946 al 12 agosto 1946[2].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Warner Bros. Pictures, il film venne presentato in prima nel Maine, a Skowhegan il 14 agosto. Il giorno dopo, ci fu una prima anche a New York. Il film fu poi distribuito nelle sale cinematografiche USA il 13 settembre 1947[3][4].

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1948, Robert M. Haas e George James Hopkins furono candidati all'Oscar per la migliore scenografia a colori, Oscar che quell'anno fu vinto da Alfred Junge per Narciso nero.


Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Clive Hirschhorn, The Warner Bros. Story, Crown Publishers, Inc. - New York, 1983 ISBN 0-517-53834-2

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema