Uragano Mitch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Uragano Mitch
Uragano categoria 5  (SSHS)
L'uragano Mitch vicino al picco di forza il 26 ottobre 1998
L'uragano Mitch vicino al picco di forza il 26 ottobre 1998
Formazione 22 ottobre 1998
Dissipazione 5 novembre 1998
Venti
più veloci
175 mph (280 km/h) (sostenuti 1 minuto)
Pressione minima 905 mbar (hPa; 26,74 inHg)
Vittime tra le 11000 e le 19000
Danni $6.2 miliardi (USD 1998)
Aree colpite Honduras, Nicaragua, Yucatán, Florida
Stagione stagione degli uragani atlantici 1998

L'Uragano Mitch è stato la tempesta più potente della stagione degli uragani atlantici del 1998 e uno dei più potenti mai registrati nell'Oceano Atlantico . È stato il secondo più mortale degli uragani atlantici in quanto ha ucciso tra le 11.000 e le 19.000 persone in Messico e America Centrale secondo solo al Grande uragano del 1780 . Il Mitch ha anche causato più di 6 miliardi di dollari di danni, devastando l'economia dei paesi colpiti come Honduras e Nicaragua. Visto l'altissimo tributo di vite umane il nome Mitch è stato ritirato dall'Organizzazione meteorologica mondiale e non sarà mai più utilizzato per un uragano.

Storia della tempesta[modifica | modifica wikitesto]

Percorso

La tempesta si viene a formare sul Mar dei Caraibi sud-occidentale il 22 ottobre, da un'onda tropicale proveniente dall'Africa. È diventato ufficialmente uragano il 24 e il giorno successivo, a causa delle condizioni favorevoli ha raggiunto velocemente il livello 5 della Scala Saffir-Simpson. Successivamente dirigendosi verso ovest raggiunge la costa centroamericana devastando Tegucigalpa. Infine indebolitosi fino a tornare tempesta tropicale attraversa il Golfo del Messico raggiungendo la Florida fino a estinguersi ai primi di novembre.

Mappa pluviometrica di Messico e Florida

A causa della sua bassa velocità tra il 29 ottobre e il 3 novembre , l'uragano Mitch ha scaricato quantitativi storici di pioggia in Nicaragua e Honduras con circa 1900 millimetri. Le alluvioni sono state responsabili per la maggior parte danni. L'Honduras è stata la nazione più colpita. Il cratere del vulcano Casita si è riempito fino a formare un lago, prima di crollare sotto la pressione di acqua, il 30 ottobre. Il lahar che ne è seguito ha causato la morte di oltre 2000 persone.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4604197-7