Truculentus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Truculentus
-Lo zoticone-
Commedia in cinque atti
Mosaïque théâtre, Musee Sousse.jpg
Due attori romani indossano le maschere
AutorePlauto
Titolo originaleTruculentus
Lingua originaleLatino
GenereCommedia latina
AmbientazioneAtene
Composto nelmetà II secolo a.C.
Personaggi
  • Fronesio, una cortigiana
  • Strabace, campagnolo
  • Truculento, il suo servo
  • Diniarco, un ateniese
  • Stratofane, un soldato
  • Astafio, un'ancella
  • Diniarco, amante di Fronesio
 

Truculentus (Lo zoticone o anche Lo stizzoso) è il titolo di una commedia di Tito Maccio Plauto, scritta nel II secolo a.C., divisa in cinque atti.

Il titolo dell'opera è dovuto al carattere burbero e attaccabrighe del protagonista: il servo del contadino Strabace. Infatti in questa commedia Truculento risponde ai suoi interlocutori quasi sempre con battute volgari e con frasi aggressive e diffamatorie.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La cortigiana ateniese Fronesio ha tre spasimanti e vuole divertircisi al massimo. Essi sono: Strabace, un campagnolo che possiede un servo (appunto Truculento), un benestante concittadino di nome Diniarco e infine un soldato sbruffone e spaccone straniero: Stratofane.

La ragazza in realtà ha progetti ben diversi: ingannarli e costringerli a pagare ciascuno un'ingente somma di denaro. Il servitore Truculento è il primo ad accorgersi della farsa e tenta di far andare via il suo padrone da quel bordello, ma la serva di Fronesio glielo impedisce. Subito ha inizio un'accesa disputa piena di offese e frasi volgarissime, e alla fine anche Truculento cadrà nella trappola della cortigiana.

Pianificando il suo ultimo atto, Fronesio, in compagnia di Stratofane, finge di aver generato un figlio dalla loro unione e vorrebbe essere risarcita. In realtà il pargolo è il frutto dell'unione di Diniarco con un'altra donna (figlia del vecchio Callicle). Quest'ultimo sarà costretto a sposarsi con la madre del bambino, mentre Fronesio, accordandosi con Diniarco potrà continuare ad ingannare i suoi due sciocchi amanti. C'è un altro modo per chiamare Fronesio, ovvero Frinetta.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]