Triacetato di alluminio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Triacetato di alluminio
Aluminium acetate2.png
Nome IUPAC
Triacetato di alluminio
Nomi alternativi
Acetato di alluminio
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC6H9AlO6
Massa molecolare (u)204,11
Aspettosolido bianco
Numero CAS139-12-8
Numero EINECS205-354-1
PubChem8757
Indicazioni di sicurezza

Il triacetato di alluminio è un organometallo contenente alluminio in stato di ossidazione 3+ di formula Al(CH3COO)3. In condizioni standard appare come un solido bianco solubile in acqua che decompone attorno ai 200 °C. Assieme al diacetato di alluminio viene utilizzato come agente mordente per vernici e trova impiego in ambito terapeutico per le sue proprietà antipruriginose, astringenti ed antisettiche ad azione topica[1].

Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

Il triacetato di alluminio può essere sintetizzato facendo reagire in soluzione acquosa solfato di alluminio e diacetato di piombo:

3Pb(CH3COO)2 + Al2(SO4)32Al(CH3COO)3 + 3PbSO4

il solfato di piombo che si viene a formare precipita, lasciando in soluzione il triacetato di alluminio. Per eliminare gli eventuali residui di cationi piombo Pb2+ nella fase acquosa viene eseguita la seguente procedura:
viene aggiunto alla soluzione dell'acido solforico, in modo da far precipitare gli ioni Pb2+ sotto forma di PbSO4; dopodiché la soluzione viene ulteriormente trattata con acetato di bario per eliminare gli ioni solfato SO2−4 in eccesso che precipitano come solfato di bario; infine si corregge il pH con acido acetico per scongiurare la formazione di idrossido di alluminio, ottenendo così una fase liquida il più pura possibile costituita da acqua, acido acetico e triacetato di alluminio, che verrà isolato per evaporazione degli altri due componenti[2].

Reattività[modifica | modifica wikitesto]

Il triacetato di alluminio si idrolizza a caldo portando alla formazione di acido acetico e idrossido di alluminio:

Al(CH3COO)3 + 3H2O3CH3COOH + Al(OH)3

l'idrossido di alluminio è insolubile e precipita conferendo un aspetto torbido di colore biancastro alla soluzione. In virtù di questa caratteristica il triacetato di alluminio viene largamente usato come fissante per coloranti acidi[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Aluminum subacetate, su Haz-Map, National Institutes of Health. URL consultato il 14 novembre 2016.
  2. ^ Agostino Palmiaeri, Giorgio Errera e Alberico Benedicenti, Acetico, acido, su treccani.it - Enciclopedia Italiana (1929), Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 14 novembre 2016.
  3. ^ Alluminio - Chimica: i composti dell'alluminio, su sapere.it - Enciclopedia, De Agostini. URL consultato il 14 novembre 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia