Trattato di Guadalupe Hidalgo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trattato di Guadalupe Hidalgo
una delle copie firmate del trattato
una delle copie firmate del trattato

Data 2 febbraio 1848
Luogo Basilica di Nostra Signora di Guadalupe, Villa Hidalgo, Messico
Premessa Fine della guerra Guerra messicano-statunitense
Modifiche territoriali Cessione di 1,36 milioni di km² dal Messico agli Stati Uniti.
Parti contraenti
Rappresentanti
voci di trattati presenti su Wikipedia
Territorio ceduto dal Messico agli Stati Uniti a seguito del trattato (in bianco)

Il Trattato di Guadalupe Hidalgo fu un trattato di pace che pose termine alla Guerra messicano-statunitense che venne combattuta dal 1846 al 1848. Il trattato stabilì che il Messico avrebbe ceduto agli Stati Uniti 1,36 milioni di km² in cambio di 15 milioni di dollari. Gli Stati Uniti accettarono anche di accollarsi 3,25 milioni di dollari che il Messico doveva ai cittadini appena diventati americani.

La cessione riguardò parte di quelli che oggi sono gli Stati del Colorado, Arizona, Nuovo Messico e Wyoming oltre che la parte meridionale della California, Nevada e Utah. La parte rimanente relativa alla zona meridionale dell'Arizona (Tucson) e ad una piccola parte del Nuovo Messico sud-occidentale a ovest di El Paso, sarà ceduta nel 1853 con il Gadsden Purchase.

Il trattato fu firmato da Nicholas Trist per gli Stati Uniti e Luis G. Cuevas, Bernardo Couto e Miguel Atristain come plenipotenziari, in rappresentanza del Messico, il 2 febbraio 1848 sull'altare maggiore della vecchia Cattedrale di Guadalupe a Villa Hidalgo (oggi Gustavo A. Madero, D.F.), leggermente a nord di Città del Messico.

Esso venne ratificato dal Senato degli Stati Uniti il 10 marzo 1848 e dal governo messicano il 19 maggio dello stesso anno; le ratifiche dei due paesi furono scambiate il 30 maggio 1848, nella città di Santiago de Querétaro. Tuttavia, la versione del trattato ratificata dal Senato degli Stati Uniti eliminò l'articolo 10 in cui era affermato che il governo americano avrebbe onorato e garantito tutte le concessioni di terra comprese nei territori ceduti agli Stati Uniti, che erano state elargite a cittadini di Spagna e Messico da quei rispettivi governi.

L'articolo 8 garantiva la cittadinanza americana ai messicani che fossero rimasti più di un anno nelle terre cedute: secondo la lettera di questo articolo questi avrebbero potuto scegliere di diventare statunitensi a tutti gli effetti o avrebbero potuto liberamente optare per il mantenimento della cittadinanza messicana; questo articolo fu però molto indebolito dall'articolo 9, come riscritto dal Senato americano in sede di ratifica, in cui si affermava che il tempo per l'acquisizione della cittadinanza americana sarebbe stato deciso dal Congresso degli Stati Uniti.

Il cambiamento del corso del fiume Rio Grande causò più tardi una disputa sui confini delle terre acquistate e quelli dello Stato del Texas.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Griswold del Castillo, Richard. The Treaty of Guadalupe Hidalgo: A Legacy of Conflict. University of Oklahoma Press, 1990
  • Ohrt, Wallace. Defiant Peacemaker: Nicholas Trist in the Mexican War Texas A&M University Press, 1997
  • Jesse S. Reeves, "The Treaty of Guadalupe Hidalgo," The American Historical Review, 10 (Jan. 1905), 309-324, full text online at JSTOR

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]