Trattato dell'Oregon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Oregoncountry.png

Il trattato con la Gran Bretagna riguardo ai confini occidentali delle Montagne Rocciose (noto anche come trattato dell'Oregon o trattato di Washington) è un accordo bilaterale fra Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda e Stati Uniti del 1846 che stabilisce il 49º parallelo Nord come confine tra Stati Uniti e Canada Britannico, dalle Montagne Rocciose allo stretto di Juan de Fuca.

Il trattato pose fine a 28 anni di dispute territoriali fra i britannici e gli statunitensi, questi ultimi avevano acquisito le rivendicazioni sul Territorio dell'Oregon nel 1818 dalla Spagna. La stipula del trattato portò Canada e Stati Uniti ad avere il confine attuale posto sul 49º parallelo; il confine assegnò circa metà del territorio dell'Oregon agli Stati Uniti e l'altra metà al Regno Unito, con l'acquisizione del territorio gli Stati Uniti poterono avere lo sbocco diretto sull'oceano Pacifico.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN187187535