Trapped (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Trapped
Seyðisfjörður .1.jpg
Seyðisfjörður, location della serie
Titolo originaleÓfærð
PaeseIslanda
Anno2015 – in produzione
Formatoserie TV
Generethriller, poliziesco
Stagioni2
Episodi20
Durata52 min (episodio)
Lingua originaleislandese
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreBaltasar Kormákur
RegiaBaltasar Kormákur, Baldvin Z, Börkur Sigthorsson, Óskar Thor Axelsson
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
MusicheJóhann Jóhannsson,
Hildur Guðnadóttir
ProduttoreMagnus V. Sigurdsson,
Baltasar Kormákur
Produttore esecutivoSigurjón Kjartansson
Casa di produzioneRVK Studios
Prima visione
Prima TV originale
Dal27 dicembre 2015
Alin corso
Rete televisivaRÚV
Distribuzione in italiano
Dal5 febbraio 2018
Alin corso
DistributoreTIMvision

Trapped (Ófærð), è una serie televisiva islandese trasmessa dal 2015 dall'emittente pubblica RÚV.

Nel settembre 2016 è stata rinnovata per una seconda stagione di dieci episodi, in programma per il 2018.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Poco dopo l'arrivo di un traghetto internazionale nel porto locale, nei pressi della cittadina di Siglufjörður, viene ritrovato un cadavere mutilato. La comunità ne è sconvolta e le indagini della polizia si complicano dopo la morte del principale sospettato, mentre una tormenta blocca tutte le vie d'accesso alla città.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV Islanda Pubblicazione Italia
Prima stagione 10 2015-2016 2018
Seconda stagione 10 2019 2019

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il quotidiano DV nel 2015 l'ha indicata come la serie televisiva più costosa mai realizzata in Islanda, stimando un costo complessivo di circa un miliardo di corone islandesi, pari a oltre sei milioni e mezzo di euro, mentre le produzioni più onerose islandesi si aggirano solitamente tra i cento e i duecento milioni di corone[2]. Per 75 milioni di corone è stata finanziata dal programma Creative Europe dell'Unione europea[3].

Prodotta da RVK Studios in collaborazione con ZDF e DR, è stata ideata da Baltasar Kormákur. È scritta da Jóhann Ævar Grímsson, Ólafur Egilsson, Clive Bradley e Sigurjón Kjartansson, che ricopre i panni di showrunner, mentre tra i registi figurano anche Baldvin Zophoníasson, Óskar Thór Axelsson e Börkur Sigþórsson[4]. Il cast vede tra i protagonisti Ólafur Darri Ólafsson, Ilmur Kristjánsdóttir, Ingvar E. Sigurðsson e Bjarne Henriksen[4].

La colonna sonora è curata da Jóhann Jóhannsson, già vincitore di un Golden Globe e nominato agli Oscar per La teoria del tutto[4].

Dopo alcune riprese effettuate nei dintorni di Reykjavík sul finire del 2014, la serie è stata girata principalmente nel villaggio di Siglufjörður, nell'estremo nord islandese, tra i mesi di gennaio e maggio 2015[2][5][6].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

In Islanda viene trasmessa dal 27 dicembre 2015 dall'emittente pubblica RÚV[7]. I diritti di trasmissione sono stati venduti in diversi paesi; in Germania sono stati acquistati dalla ZDF, in Francia da France Télévisions e nel Regno Unito dalla BBC, che l'ha trasmessa dal 13 febbraio 2016 su BBC Four[8][9]. In Italia, la serie viene pubblicata su TIMvision dal 5 febbraio 2018.[10][11]

Il 20 settembre 2015 il primo episodio è stato presentato in anteprima al Toronto International Film Festival[4][12].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Trapped: la série venue du froid reviendra pour une saison 2!, su Allociné. URL consultato il 28 settembre 2016.
  2. ^ a b (IS) Atli Már Gylfason, Dýrasta sería Íslandssögunnar: Sjáðu stikluna, in DV, 5 maggio 2015. URL consultato il 14 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 5 febbraio 2016).
  3. ^ (IS) “Ófærð” fær 75 milljónir frá Creative Europe, in Klapptré, 16 giugno 2015. URL consultato il 14 agosto 2015.
  4. ^ a b c d (IS) “Ófærð” til Toronto, in Klapptré, 13 agosto 2015. URL consultato il 14 agosto 2015.
  5. ^ (IS) Tökur á “Ófærð” hafnar á Siglufirði, in Klapptré, 24 gennaio 2015. URL consultato il 14 agosto 2015.
  6. ^ (IS) Jakob Bjarnar, Baltasar leggur Siglufjörð undir sig, in Vísir, 24 gennaio 2015. URL consultato il 14 agosto 2015.
  7. ^ (IS) Fyrsta stiklan fyrir “Ófærð” er hér, in Klapptré, 2 maggio 2015. URL consultato il 14 agosto 2015.
  8. ^ (EN) Elsa Keslassy, Baltasar Kormakur’s Icelandic Crimer ‘Trapped’ Set to Travel Abroad (EXCLUSIVE), in Variety, 1º febbraio 2015. URL consultato il 14 agosto 2015.
  9. ^ (EN) BBC Four announces brand new drama acquisition, Trapped, in bbc.co.uk, 27 aprile 2015. URL consultato il 14 agosto 2015.
  10. ^ "Trapped", dai ghiacci dell'Islanda la serie crime su Timvision, su spettacoli.tiscali.it.
  11. ^ Trapped: la serie crime islandese in arrivo su Tim Vision, in Cinematographe.it, 2 febbraio 2018. URL consultato il 5 febbraio 2018.
  12. ^ (EN) Trapped, su TIFF.net, Toronto International Film Festival Inc.. URL consultato il 14 settembre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]