Traduzioni dell'Odissea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Odissea.

Busto di Omero

Segue una lista delle più importanti traduzioni dell'Odissea, poema epico attribuito al poeta greco Omero, ordinate per data di edizione e autore.

Traduzioni latine di età classica[modifica | modifica wikitesto]

La traduzione dell'Odissea di Livio Andronico risale al III secolo a.C. e costituisce una delle prime opere letterarie in latino.

Traduzioni rinascimentali (XV-XVI secolo)[modifica | modifica wikitesto]

Con il rinnovato interesse per la letteratura classica vengono edite le prime traduzioni italiane del testo omerico come quelle di Francesco Aretino, di Ludovico Dolce e di Gerolamo Bacelli.

Una traduzione latina fu fatta da Raffaele Maffei intorno al 1510.

Ulisse parla negli Inferi con Tiresia, dipinto di Alessandro Allori

Traduzioni di epoca moderna (XVII-XIX secolo)[modifica | modifica wikitesto]

In inglese[modifica | modifica wikitesto]

In francese[modifica | modifica wikitesto]

  • Salomon Certon, 1604
  • Claude Boitel, 1619
  • Achille La Valteire, 1681
  • Nel 1716 viene pubblicata la traduzione in prosa di Anne Le Fèvre Dacier che, nell'introduzione all'opera, magnifica Omero come il più grande degli autori classici. Le attestazioni della Dacier contribuiscono a far rinascere l'annosa Querelle des anciens et des modernes, ossia la disputa fra intellettuali e letterati classicisti (convinti della superiorità della lirica classica e della necessità di imitarla) e modernisti (sostenitori della letteratura francese contemporanea) che coinvolse l'ambiente accademico francese della fine del XVII secolo. La querelle riesplose con la traduzione lirica del testo omerico ad opera di Antoine Houdar de La Motte. La traduzione venne compiuta da La Motte - che non conosceva il greco - sulla base del lavoro della Dacier, ma con intenti opposti a quelli della traduttrice: modificò liberamente il testo al fine di "migliorare" il poema omerico.
  • Guillaume Dubois Rochefort, 1777
  • Pierre-Louis Claude Gin, 1783
  • Paul Gérémie Bitaubé, 1810
  • Jean-Baptiste Dugas-Montbel, 1818
  • Charles-François LeBrun detto Le Prince Le Brun, 1819
  • d'Eugène Bareste, 1842
  • Pierre Giguet, 1843
  • Émile Pessonneaux, 1850
  • Charles Marie René Leconte de Lisle, Paris, 1867
  • J. B. F. Froment, 1883
  • Ulysse Séguier, 1896

In latino[modifica | modifica wikitesto]

In tedesco[modifica | modifica wikitesto]

In italiano[modifica | modifica wikitesto]

Dal XX secolo al XXI secolo[modifica | modifica wikitesto]

In lingua italiana[modifica | modifica wikitesto]

In lingua inglese[modifica | modifica wikitesto]

  • David Binning Monro, 1901
  • John William Mackail, 1901-1910
  • Henry Bernard Cotterill, 1911
  • Augustus Taber Murray, 1919; trad. rivista da George E. Dimock, Loeb Classical Library
  • Francis Caulfeild, 1921
  • Sir William S. Marris, 1925
  • Robert H. Hiller, 1925
  • Herbert Bates, 1929
  • Thomas Edward Lawrence, 1932
  • William Henry Denham Rouse, 1937
  • Emile Victor Rieu, Penguin Classics, 1945; la traduzione fu rivista dal figlio D.C.H. Rieu assieme a Peter V. Jones e pubblicata nel 1991 da Penguin.
  • Samuel Ogden Andrew, J.M. Dent & Son, London, 1948
  • Ennis Rees, Random House, New York, 1960
  • Robert Fitzgerald, Doubleday, New York, 1961
  • Preston H. Epps, MacMillan, New York, 1965
  • Richmond Alexander Lattimore, Harper & Row, New York, 1965
  • Albert Cook, W. W. Norton, New York, 1967
  • Denison Bingham Hull, Ohio University Press, 1979
  • Walter Shewring, Oxford University Press, 1980
  • Allen Mandelbaum, University California Press, Berkeley, 1990
  • Brian Kemball-Cook, Calliope Press, London, 1993
  • R.D. Dawe, The Book Guild, Sussex, 1993
  • Peter Reading, 1994
  • Robert Fagles, Viking/Penguin, New York, 1996
  • Martin Hammond, Duckworth, London, 2000
  • Stanley F. Lombardo, Hackett, Indianapolis, 2000
  • Rodney Merrill, University of Chicago Press, 2002
  • Anthony S. Kline, 2004
  • Edward McCrorie, John Hopkins University Press, Baltimore, 2004
  • Ian C. Johnston, Vancouver Island University, Nanaimo, British Columbia, 2006; riveduta, 2010; rivista con minori correzioni, 2017
  • Charles Stein, North Atlantic Books, Berkeley, 2008
  • Stephen Mitchell, Atria Paperback, 2013
  • Barry B. Powell, Oxford University Press, 2014
  • Anthony Courtenay Froude Verity, Oxford University Press, 2017
  • Emily Rose Caroline Wilson, W. W. Norton & Company, 2017
  • Peter Morris Green, University of California Press, 2018

In lingua francese[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]


Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura