Maria Grazia Ciani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Maria Grazia Ciani (Pola, 21 maggio 1940) è una grecista, traduttrice, accademica e scrittrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver lasciato l'Istria nell'esodo giuliano-dalmata nel 1945, si è trasferita in Veneto con la famiglia. Ha studiato a Venezia e Padova, dove si laureò in letteratura greca nel 1962, con Carlo Diano come relatore. Dal 1980 insegna lingua e civiltà greca e storia della tradizione classica[1] presso l'Università di Padova. È nota soprattutto per le sue traduzioni in prosa dell'Iliade (1990) e dell'Odissea (1994), commentate da Elisa Avezzù, ma anche per le sue traduzioni di tragedie di Sofocle, Eschilo ed Euripide. La sua traduzione dell'Iliade le valse il Premio Mondello nel 1991.[2]

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

Curatele[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN32541151 · ISNI (EN0000 0001 1616 7129 · SBN IT\ICCU\CFIV\019753 · LCCN (ENn80007996 · GND (DE133308499 · BNF (FRcb120857425 (data) · WorldCat Identities (ENn80-007996
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie