Tony Wilson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tony Wilson nel 1988

Tony Wilson, abbreviazione di Anthony Howard Wilson (Salford, 20 febbraio 1950Manchester, 10 agosto 2007), è stato un giornalista, conduttore radiofonico, conduttore televisivo produttore discografico britannico.

Biografia di Tony Wilson[modifica | modifica wikitesto]

Ha lavorato per Granada Television e BBC. Fu nel suo programma So It Goes che debuttarono in televisione nell'agosto del 1976 i Sex Pistols.

Nel 1976 fonda la Factory Records assieme a Alan Erasmus e con il supporto alla produzione artistica di Martin Hannett, producendo alcune delle band che fecero la storia della scena musicale di Manchester, come Joy Division, New Order, A Certain Ratio, Durutti Column ed Happy Mondays[1]. In seguito fu poi fondatore del club The Haçienda, che però fu anche la causa della rottura con Martin Hannett e Peter Saville altro importante collaboratore dell'etichetta[1].

Wilson è stato soprannominato Mister Manchester, per il grande lavoro di promozione culturale della città durante l'intera carriera.

È morto nel 2007 per un cancro ai reni. Le cure molto care per cercare di salvarlo furono pagate con una colletta dai musicisti della sua etichetta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Federico Giglielmi, Eddy Cilia, Le guide pratiche di RUMORE - New wave, Apache edizioni, 1995.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Federico Giglielmi, Eddy Cilia, Le guide pratiche di RUMORE - New wave, Apache edizioni, 1995.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Della sua figura in quanto produttore discografico e manager si è occupato il regista Michael Winterbottom nel film 24 Hour Party People, in cui è interpretato da Steve Coogan.

Controllo di autorità VIAF: (EN5236396 · ISNI: (EN0000 0000 8352 8011 · LCCN: (ENnb2010028032 · GND: (DE133152545 · BNF: (FRcb15517063h (data)