Tonino Benelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Antonio "Tonino" Benelli
Nazionalità Italia Italia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Specialità Velocità su pista
 

Tonino Benelli, all'anagrafe Antonio Benelli, (190527 settembre 1937), è stato un pilota motociclistico italiano.

Ultimo dei sei fratelli Benelli, fondatori della famosa casa motociclistica di Pesaro, ha debuttato nel mondo del motociclismo nel 1923 e tra i vari successi ha vinto quattro titoli italiani della classe 175 nel 1927-1928-1930-1931[1] in sella ad una Benelli 175, evolutissima per quei tempi con motore monocilindrico con distribuzione a cascata d'ingranaggi e albero a camme in testa, progettata dal fratello maggiore Giuseppe Benelli. Nel 1932 ottiene il secondo posto nella prova unica valida per il Campionato d'Europa FICM[2].

È deceduto a causa di un incidente stradale al di fuori delle competizioni il 27 settembre 1937[3]; a suo nome è stato intitolato lo Stadio Tonino Benelli della città di Pesaro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) L'HISTOIRE DU GRAND PRIX DES NATIONS ET DU GRAND PRIX D'ITALIE, su racingmemo.free.fr. URL consultato il 18 settembre 2018.
  2. ^ (DE) Europameisterschaft 1924 - 1948, su motorsportstatistik.com. URL consultato il 18 settembre 2018.
  3. ^ Tonino Benelli: "uomo nato per correre", mito dei giorni del coraggio e dell'audacia, su motoblog.it, 10 marzo 2011. URL consultato il 18 settembre 2018.