The Right Stuff - Uomini veri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il film del 1983, vedi Uomini veri.
The Right Stuff - Uomini veri
Titolo originaleThe Right Stuff
PaeseStati Uniti d'America
Anno2020 – in produzione
Formatoserie TV
Generein costume, antologico
Stagioni1
Episodi8
Durata42-51 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Crediti
IdeatoreMark Lafferty
SoggettoLa stoffa giusta (libro) di Tom Wolfe
Interpreti e personaggi
FotografiaEvans Brown, Christopher Norr, Peter Menzies Jr., Adam Suschitzky
MontaggioMatt Barber, Paul Karasick, Pattye Rogers, Matthew Colonna
ScenografiaDerek R. Hill
CostumiHope Hanafin
ProduttoreMatt Barber (st. 1), Llewellyn Wells (ep. 1)
Produttore esecutivoHoward Korder (st. 1), Mark Lafferty (st. 1), Will Staples (st. 1), Jennifer Davisson (ep. 1), Leonardo DiCaprio (ep. 1), Chris Long (ep. 1), David Nutter (ep. 1)
Casa di produzioneAppian Way Productions, National Geographic Studios, Warner Horizon Television
Prima visione
Distribuzione originale
Dal9 ottobre 2020
Alin corso
DistributoreDisney+
Distribuzione in italiano
Dal9 ottobre 2020
Alin corso
DistributoreDisney+

The Right Stuff - Uomini veri (The Right Stuff), ben nota anche come Talenti spaziali, è una serie antologica in costume (period drama) statunitense, basata sul libro La stoffa giusta (The Right Stuff) del 1979 di Tom Wolfe e sul suo adattamento cinematografico del 1983. La serie è stata presentata in anteprima il 9 ottobre 2020 su Disney+, come Serie Originale Disney Plus, ed esplora le origini e la crescita del programma spaziale degli Stati Uniti.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

The Right Stuff - Uomini veri dà "uno sguardo grintoso e anti-nostalgico a quello che sarebbe diventato il primo reality show americano quando gli ossessivi astronauti originali di Mercury Seven e le loro famiglie diventano istantaneamente celebrità in una competizione che li ucciderà o li renderà immortali.[Chiarimento necessario] Il dramma seguirà i protagonisti dal deserto del Mojave ai confini dello spazio, con le stagioni future che porteranno al più grande traguardo dell'umanità: lo sbarco sulla luna".[1]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Titolo originale[2] Titolo italiano Diretto da Scritto da[2] Pubblicazione USA[3] Pubblicazione Italia
1 Sierra Hotel Sierra Hotel Chris Long Mark Lafferty e Will Staples 9 ottobre 2020 9 ottobre 2020
È il 5 maggio 1961, il giorno in cui il primo americano viene lanciato nello spazio. Gli astronauti John Glenn e Alan Shepard si preparano per il lancio di Alan nello spazio. Nel 1959, la NASA inizia la sua ricerca dei migliori piloti collaudatori e modelli di ruolo nel paese per guidare la loro prima missione spaziale. Tra le centinaia di candidati, solo sette piloti sono ammessi al programma spaziale. In una conferenza stampa, i Mercury Seven vengono presentati al mondo.
2 Goodies Bravi ragazzi John Coles Lizzie Mickery 9 ottobre 2020 9 ottobre 2020
Dopo essere stato presentato in una conferenza stampa, i Mercury Seven fanno un tour attraverso l'America per conquistare i cuori e le menti del popolo americano. John Glenn affascina sia il pubblico che i giornalisti. Ha un talento naturale per connettersi con le persone ed un'intelligenza distintiva nel trovare le migliori risposte per i giornalisti. La vita delle famiglie degli astronauti cambia drasticamente man mano che ottengono maggiore attenzione da parte dell'opinione pubblica e affrontano il controllo dei media.
3 Single Combat Warrior Uno contro tutti Louise Friedberg Howard Korder 16 ottobre 2020 16 ottobre 2020
Sono in corso i preparativi per il lancio di un razzo senza pilota e il direttore di volo Chris Kraft lavora per preparare il suo team di controllo della missione. Il test Mercury Seven in un MASTIF che simula la rotazione nello spazio, durante il quale Shepard registra il tempo più breve quando ha le vertigini. Nonostante un ronzio nell'orecchio, Shepard si spinge a tornare nel MASTIF ripetutamente. Glenn spinge per più risalto ed è a disagio con le buffonate del resto di Seven, che continua a festeggiare e a dormire. Cooper e Grissom litigano per i vecchi affari dell'Air Force. I Seven vedono per la prima volta un prototipo della capsula Mercury e si rendono conto che non dovrebbero farla volare. Il razzo esplode durante il lancio, testimoniato dai Sette e dalle loro famiglie.
4 Advent Buon Natale, astronauti Nick Copus Vinnie Wilhelm 23 ottobre 2020 23 ottobre 2020
Il programma spaziale russo raggiunge un altro traguardo quando la loro sonda scatta foto del lato più lontano della luna. La NASA coinvolge lo scienziato missilistico ed ex nazista Werner von Braun, che si scontra con Kraft. I Sette affrontano Gilruth sul loro ruolo nel programma. Glenn trascorre il Natale facendo pressioni per il candidato alla presidenza John F. Kennedy. Shepard e sua moglie, Louise, adottano la nipote orfana di Louise. Cooper viene contattato dal suo ex amante, Lurleen, che costringe il suo confronto e la riconciliazione con Trudy.
5 The Kona Kai Seance Nuovi astronauti Rob Bailey Mark Lafferty 30 ottobre 2020 30 ottobre 2020
I sette anticipano presto il rilascio dell'ordine di volo. Trudy incontra l'aviatore Jerrie Cobb, che vuole l'aiuto di Trudy per formare un corpo di astronauti femminili, con Trudy come una delle reclute. Il ronzio nell'orecchio di Shepard peggiora. Dopo la morte di un altro pilota collaudatore, i Sette legano condividendo storie sulle loro chiamate ravvicinate con la morte. Cooper e Grissom risolvono il loro conflitto passato. Shepard confessa a Glenn che un fotografo lo ha colto in un'indiscrezione. Glenn aiuta a seppellire l'incidente, ma Shepard è arrabbiato per il fatto che Glenn abbia coinvolto la NASA e lo accusa di aver tentato di sabotare la reputazione di Shepard. Il giorno in cui si decide l'ordine di volo, ai Sette viene detto che voteranno tra loro chi sarà il primo, e Shepard avrà il posto.
6 Vostok Vostok Nick Copus Ameni Rozsa 6 novembre 2020 6 novembre 2020
La NASA tiene una conferenza stampa per annunciare che Shepard, Grissom e Glenn saranno la "prima squadra" ad essere lanciata nello spazio, anche se negano che ci sia un ordine di classifica per i tre. Glenn si rende conto che mantenere segreto l'ordine significa che la NASA può ancora cambiare idea e, nonostante la disapprovazione di Annie di sua moglie, scrive lettere alla NASA sulla cattiva condotta di Shepard. Due mesi prima del lancio, il PSAC richiede test approfonditi degli astronauti. Nonostante il problema all'orecchio di Shepard, la sua dimostrazione è un successo. Slayton viene eliminato da Seven quando viene scoperta la sua aritmia cardiaca. Il lancio di Shepard è ritardato per un lancio di prova con uno scimpanzé. La prova ha successo, ma il ritardo permette ai russi di essere i primi a mandare un uomo nello spazio, con Yuri Gagarin.
7 Ziggurat La tempesta Andrew Bernstein Vinnie Wilhelm e Danielle Roderick 13 novembre 2020 13 novembre 2020
Dopo il volo spaziale russo e la Baia dei Porci, il presidente Kennedy dà pieno sostegno al lancio spaziale di Shepard, che sarà aperto alla stampa e agli spettatori. Vengono fuori notizie sul corpo degli astronauti delle donne; quando Cooper viene interrogato al riguardo in una conferenza stampa, non è in grado di sostenerlo e Trudy è delusa. Shepard scopre delle lettere di Glenn contro di lui. Glenn affronta le persone supponendo che sarà il primo a volare. Louise viene informata dell'indiscrezione di Shepard. Il tempo inclemente ritarda il lancio di Shepard di due giorni, ma Shepard viene avvistato nella sua tuta da volo dalla stampa, rivelando a tutti che sarà il primo americano ad andare nello spazio.
8 Flight Volo Andrew Bernstein Mark Lafferty e Vinnie Wilhelm 20 novembre 2020 20 novembre 2020
Il volo di Shepard su Freedom Seven è un successo. Successivamente Shepard riceve riconoscimenti e una parata, ma confessa a Glenn di non essere soddisfatto della brevità e semplicità del suo volo, e sta cercando la prossima grande cosa. Trudy lascia Cooper, solo per scoprire che Jerrie Cobb non può accettarla per il programma di astronauti femminili a causa dei commenti pubblici di Cooper. Cooper riprende la sua relazione con Lurleen. Shepard crolla per il dolore all'orecchio. A Slayton viene assegnata la posizione di capo dell'ufficio astronauti della NASA. Il presidente Kennedy fa un discorso al Congresso in cui propone agli Stati Uniti di accettare la sfida di sbarcare un uomo sulla Luna entro la fine del decennio. Glenn, ispirato da Kennedy, fa pressioni per il grande razzo Atlas sul Redstone, al fine di inseguire lo sbarco sulla luna.

Interpreti e personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 luglio 2017 è stato annunciato che la National Geographic stava collaborando con la Appian Way Productions e la Warner Horizon Television per opzionare i diritti sullo schermo del romanzo di Tom Wolfe del 1979 La stoffa giusta (The Right Stuff). La serie è stata scritta da Will Staples, che è anche produttore esecutivo insieme a Leonardo DiCaprio e Jennifer Davisson.[5]

Il 10 febbraio 2019 durante l'annuale tour stampa invernale della Television Critics Association, è stato annunciato che la National Geographic aveva ordinato una serie, David Nutter avrebbe dovuto dirigere il primo episodio. Altri produttori esecutivi avrebbero dovuto includere Mark Lafferty e Lizzie Mickery con Lafferty anche come showrunner.[1]

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 maggio 2019 Patrick J. Adams è stato scelto per il ruolo principale della serie di John Glenn.[6] Il 14 giugno 2019 Jake McDorman[7] e Colin O'Donoghue[8] sono stati scelti rispettivamente come Alan Shepard e Gordon Cooper. Il 21 giugno 2019 Eric Ladin, Patrick Fischler, Nora Zehetner, Eloise Mumford, Shannon Lucio e Josh Cooke si sono uniti al cast.[9] Il 19 agosto 2019 Danny Strong è stato scelto come portavoce della NASA John A. "Shorty" Powers.[10] Il 29 novembre 2019, Mamie Gummer è stata scelta per interpretare l'astronauta di "Mercury 13", Jerrie Cobb.[11]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 maggio 2020 è stato annunciato che la serie è stata spostata su Disney+ e il rilascio è previsto per la fine del 2020.[12] Il 20 agosto 2020 è stato annunciato che la serie sarà presentata in anteprima il 9 ottobre 2020.[12]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

The Right Stuff - Uomini veri ha ricevuto recensioni contrastanti. Sul sito web aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes, la serie detiene un punteggio di approvazione del 50% basato su 22 recensioni, con una valutazione media di 7,4/10. Il consenso della critica recita: "The Right Stuff - Uomini veri contiene alcune note di grazia nella sua rappresentazione della prima lista di astronauti d'America, ma questa stanca ricostruzione del famoso libro di Tom Wolfe fa per lo più le mosse sbagliate nel rivitalizzare la storia delle corsa spaziale per l'era moderna."[13] Su Metacritic, la serie ha un punteggio medio ponderato di 60 su 100, basato su 19 recensioni critiche, indicando "Recensioni contrastanti o nella media" ("Mixed or average reviews").[14]

Nella recensione di Caroline Framke per Variety, ha criticato la serie definendola "familiare" e ha detto che "non ha mai incontrato un cliché sulla storia spaziale che non ha abbracciato a braccia aperte".[15] Scrivendo per Rolling Stone, Alan Sepinwall ha definito la serie "un rispettoso, per lo più competente, raramente vivace dramma storico sul posto di lavoro" e "quasi provocatoriamente generico in ogni modo".[16] Il critico del Wall Street Journal John Anderson ha descritto la serie come "un dramma perfettamente funzionale su un periodo rococò della storia americana".[17] In una recensione per The Dispatch, Alec Dent ha criticato la scelta della serie di escludere Chuck Yeager, dicendo che la sua assenza "incarna il problema centrale della serie: chi c'è dietro non sembra capire quale sia la roba giusta, almeno non abbastanza per rappresentarlo in TV ".[18] In una recensione più positiva, Richard Roeper del Chicago Sun-Times ha elogiato la serie come "un pezzo d'epoca visivamente sorprendente e ben recitato che suona come Mad Men: The Flyboys Edition".[19]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Peter White, Nat Geo Hands Series Order To Adaptation Of Tom Wolfe’s ‘The Right Stuff’ From Leonardo DiCaprio’s Appian Way – TCA, su Deadline Hollywood, 10 febbraio 2019. URL consultato il 10 ottobre 2020.
  2. ^ a b (EN) The Right Stuff, su Writers Guild of America West. URL consultato il 10 ottobre 2020.
  3. ^ (EN) Shows A-Z - right stuff, the on disney plus, su The Futon Critic. URL consultato il 10 ottibre 2020.
  4. ^ (EN) "The Right Stuff" Advent (TV Episode 2020) - IMDb, in IMDb. URL consultato il 10 ottobre 2020.
  5. ^ (EN) Nellie Andreeva, Nat Geo Teams With Leonardo DiCaprio To Adapt ‘The Right Stuff’ As Scripted Series, su Deadline Hollywood, 25 luglio 2017. URL consultato il 10 ottobre 2020.
  6. ^ (EN) Nellie Andreeva, Patrick J. Adams To Star As John Glenn In Nat Geo Astronaut Drama Series ‘The Right Stuff’, su Deadline Hollywood, 21 maggio 2019. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  7. ^ (EN) Rebecca Iannucci, The Right Stuff: Jake McDorman, GoT Alum Board Nat Geo's NASA Series, su TVLine, 14 giugno 2019. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  8. ^ (EN) Denise Petski, ‘The Right Stuff’: Colin O’Donoghue To Star In Nat Geo Series In Recasting, su Deadline Hollywood, 12 luglio 2019. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  9. ^ (EN) Nellie Andreeva e Denise Petski, ‘The Right Stuff’: Eric Ladin, Patrick Fischler, Nora Zehetner, Eloise Mumford, Shannon Lucio & Josh Cooke Cast In Nat Geo Series, su Deadline Hollywood, 21 giugno 2019. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  10. ^ (EN) Rick Porter, Danny Strong Joins Nat Geo's 'Right Stuff' Series (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 19 agosto 2019. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  11. ^ (EN) Jennifer Maas, Mamie Gummer Joins Leonardo DiCaprio's Nat Geo Series 'The Right Stuff' (Exclusive), su TheWrap, 26 novembre 2019. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  12. ^ a b (EN) Nellie Andreeva, ‘The Right Stuff’: Nat Geo’s Mercury 7 Drama Series Gets Fall Premiere Date On Disney+ – Update, su Deadline Hollywood, Hollywood Entertainment Breaking News, 20 agosto 2020. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  13. ^ (EN) The Right Stuff: Season 1, in Rotten Tomatoes, Fandango Media. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  14. ^ (EN) The Right Stuff (2020), in IMDb. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  15. ^ (EN) Caroline Framke, ‘The Right Stuff’ Is a Solid, Unremarkable Version of Space Stories Past: TV Review, su Variety, 9 ottobre 2020. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  16. ^ (EN) Alan Sepinwall, 'The Right Stuff': An Iconic Space Story That Never Takes Flight, su Rolling Stone, 8 ottobre 2020. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  17. ^ (EN) John Anderson, ‘The Right Stuff’ Review: A Space Race Re-Entry, in Wall Street Journal, 8 ottobre 2020. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  18. ^ (EN) Alec Dent, ‘The Right Stuff’ Fails to Live Up to the Legacy of the Works That Came Before, su The Dispatch, 10 ottobre 2020. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  19. ^ (EN) Richard Roeper, ‘The Right Stuff’: New series parties with the dashing men of Mercury Seven, su Chicago Sun-Times, 7 ottobre 2020. URL consultato l'11 ottobre 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione